• BV Tech S.p.A.
    • en
    • it

Innovazione e ricerca

Per BV TECH il settore Ricerca & Sviluppo è un fattore competitivo fondamentale, lo strumento chiave per:
  • esplorare nuove tecnologie e/o domini applicativi;
  • creare collegamenti con nuovi Clienti e potenziali partner in un contesto “non competitivo“ di comune interesse;
  • valorizzare esperienze e competenze di tipo industriale maturate nel Gruppo;
  • esplorare nuove soluzioni tecnologiche e/o di processo alternative alle soluzioni convenzionali;
  • arricchire con elementi di unicità (brevetti) le soluzioni proposte ai propri clienti.

BV TECH investe in media ogni anno oltre il 5% dei ricavi in attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e acquisto di tecnologie innovative.

Partecipa inoltre a programmi regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata, per lo studio e lo sviluppo di piattaforme tecnologiche innovative nelle seguenti aree principali di interesse:

  • eHealth;
  • Security (of Homeland, Information, Cyberspace and Critical Infrastructure);
  • Smart Cities and Government;
  • Transport and Logistics.

BV TECH collabora istituzionalmente e continuativamente nella ideazione e svolgimento delle proprie attività di R&S con Università e Centri di Ricerca. In particolare è:

  • membro del Consorzio Milano Ricerche (http://www.milanoricerche.it/members/), una ”organizzazione no profit orientata a promuovere e gestire la ricerca e l’innovazione attraverso lo sviluppo di progetti proposti congiuntamente da università, centri di ricerca, industrie e PMI”;
  • soggetto fondatore e membro del Polo di Innovazione per le Tecnologie della Salute (http://www.biotecnomed.it/profilo/);
  • soggetto fondatore e membro del Interdisciplinary Consortium for Improving Critical Infrastructure Cybersecurity (IC)3 (https://ic3.mit.edu/research/), presso la Sloan School of Management del MIT.

L’esecuzione delle attività di ricerca è allocata in maniera diffusa presso le società del Gruppo, con una vocazione elettiva per l’Unita Operativa di Lamezia Terme, e assegnata alle singole BU del gruppo in base a criteri di competenza e sinergia con le specifiche mission.

Questo approccio consente da un lato di cogliere al meglio le opportunità di cofinanziamento, dall’altro di coinvolgere le più qualificate competenze e capacità disponibili in azienda per il migliore sfruttamento dei fondi delle ricerca in termini di crescita professionale e ricadute industriali.

Click here for more information about Research and Innovation Funding at BV TECH group

Collaborazioni

Il Gruppo BV TECH ha collaborato e/o collabora nella ideazione e sviluppo di proposte e progetti di ricerca con Università, Centri di Ricerca e Istituzioni di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Nazionali, fra i quali:
  • Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)
  • Consorzio Interuniversitario per i trasporti e la logistica (NITEL)
  • Consorzio per la Ricerca nell’Automatica e nelle Telecomunicazioni (CRAT)
  • Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni (CNIT)
  • Consorzio Milano Ricerche (CMR)
  • Diabetes Research Institute di Miami
  • Fondazione Politecnico di Milano
  • IRRCS – Ospedale di Niguarda Cà Granda
  • IRRCS – Istituto Auxologico Italiano
  • IRRCS – San Raffaele Pisana Roma
  • Università della Calabria
  • Università Magna Grecia di Catanzaro
  • Università di Miami
  • Politecnico di Milano
  • Università degli Studi di Cagliari
  • Università degli Studi di Milano Bicocca
  • Università degli Studi di Salerno
  • Università Telematica San Raffaele Roma
  • Università Sapienza di Roma
  • Università di Trento

Progetti di ricerca

La tabella seguente riassume il posizionamento dei progetti lungo le direttrici di ricerca di interesse BV TECH esplicitando le aree tecnologiche e/o di processo investigate in ciascun progetto.

ELVITEN
Electrified L- category Vehicles Integrated into Transport and Electricity Networks
Anno di avvio:
2017
Durata
36 mesi
Programma
H2020-GV-2016-2017 (2016-2017 Green Vehicles)
Area:
TRASPORTI
Società:
TBRIDGE
Ruolo:
Partner
Descrizione:
Il progetto ELVITEN affronta in maniera globale e sistematica lo studio delle criticità e delle barriere che ancora sussistono al pieno dispiegamento e all’adozione dei veicoli elettrici (EL-Vs) per gli spostamenti in area urbana di viaggiatori, occasionali e pendolari, e di società di servizi di consegna. Il progetto investigherà e sperimenterà nuovi schemi di utilizzo e soluzioni in grado di incentivare l’impiego di veicoli elettrici, sia di proprietà che in condivisione. In particolare i punti di ricarica (CPs) già disponibili nelle città coinvolte nella fase dimostrativa del progetto saranno integrati in una piattaforma ICT appositamente progettata per abilitare l’utenza ad una gestione delle ricariche indipendente dall’operatore di energia elettrica. la piattaforma ideata supporterà le seguenti funzionalità: servizi di intermediazione e di prenotazione di EL-Vs e di CPs; servizi di gestione di flotte di EL-Vs e applicazioni mobili di supporto alla guida; Serious Games e una carta di fidelizzazione. La fase di dimostrazione si svolgerà nelle città di Roma, Berlino, Genova, Bari, Malaga e Trikala, avrà una durata di 12 mesi, coinvolgerà 383 El-Vs e implicherà il dispiegamento di politiche incentivanti e servizi di condivisione  di EL-Vs. La sperimentazione consentirà di raccogliere un significativo insieme di dati descrittivi dei percorsi di viaggio, dell’esperienza e delle opinioni di utilizzo del servizio da parte degli utenti e sarà finalizzata a conoscere i reali schemi di trasporto e di utilizzo degli EL-Vs. Al termine della sperimentazione sarà condotta un’analisi costi-benefici degli interventi necessari alla piena adozione delle soluzioni sperimentate, suggerendo modelli di business sostenibili per la condivisione, il noleggio, la sosta e la ricarica di EL- Vs e la diffusione dei sistemi ICT a supporto. TBRIDGE sarà responsabile del coordinamento e dello sviluppo delle attività del WP finalizzato allo sviluppo della Piattaforma e dei Tools ICT. Inoltre contribuirà alla definizione della metodologia di Dimostrazione e all’implementazione della sperimentazione pilota nella città di Genova.
Sito Progetto:
https://www.elviten-project.eu/en/
ADIUVANT
ADvanced Ict cloUd based and Virtualized plAtform for INTegrated and personalized medicine
Anno di avvio:
2018
Durata:
30 mesi
Programma:
Fondo Crescita Sostenibile – Bando “Agenda digitale” PON I&C 2014-2020, di cui al D.M. 1 giugno 2016 del MISE
Area:
eHEALTH
Azienda:
BV TECH
Ruolo:
Coordinatore
Descrizione:
Il progetto prevede l’ideazione, la prototipazione, la sperimentazione e la validazione di una avanzata e complessa piattaforma tecnologica di servizi intesa come strumento abilitante la gestione delle cronicità con specifico riferimento alle patologie croniche a forte impatto sociale: cardiovascolari, neurologiche e pneumologiche. Il progetto mira a supportare pazienti ed operatori sanitari con strumenti e servizi informatici avanzati finalizzati a migliorare l’armonizzazione e la condivisione dei processi e delle attività che coinvolgono le strutture sanitarie e socio assistenziali disperse sul territorio, e a controllare l’aderenza e l’efficacia dei trattamenti terapeutici eseguiti nella fase di deospedalizzazione coerentemente al Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale/Percorso Assistenziale Individuale (PDTA/PAI). I casi d’uso interesseranno pazienti affetti dalle patologie croniche disabilitanti a forte impatto sociale individuate – malattie cardiovascolari, neurologiche e pneumologiche – e saranno allocati nelle regioni obiettivo (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e dunque interessando più reti sanitarie integrate multidisciplinari e multi-professionali con ambulatori, medici di medicina generale, specialisti, cooperative socio-assistenziali, etc dedicati alla presa in carico e gestione di PDTA condivisi tra ospedale, clinica e territorio all’interno della stessa Rete. Nell’ambito del progetto  BV TECH si occuperà della raccolta e l’analisi dei requisiti funzionali; dello sviluppo del modello PDTA per la gestione delle cronicità  Pneumologiche; del disegno, della prototipazione e sperimentazione delle integrazione dei dati transazionali dei sistemi clinici; della storicizzazione e consultazione multidimensionale  dei dati clinico sanitari; della ideazione e realizzazione delle mobile Apps per il governo  personalizzato delle terapie.
MATE
Multifunction Assistant for liTtle kids and the Elderly
Anno di avvio:
2018
Durata:
34 mesi
Programma:
PON 2014/2020 – Bando Horizon 2020 del MISE
Area:
eHEALTH
Azienda:
PROGESI
Ruolo:
Partner
Descrizione:
Il progetto MATE ha come obiettivi principali la ideazione, creazione, sperimentazione e validazione di un Cinturino multiuso intelligente, programmabile a distanza, a supporto delle necessità della vita quotidiana, delle fasce deboli della popolazione (anziani, bambini, ammalati). Il progetto, in particolare, prevede lo sviluppo, la realizzazione prototipale e la relativa sperimentazione di un nuovo prodotto costituito da due macro componenti: un cinturino indossabile ed una piattaforma di controllo. Il raggiungimento degli obiettivi di progetto richiede lo sviluppo di un sistema hardware/software specifico per la prototipazione di un  Cinturino in grado di garantire un’assistenza continua dell’utente finale e ridurre al minimo l’interazione cinturino-utente. Il  cinturino indossabile supporterà, fra le altre, le seguenti funzionalità: – Attivazione di messaggi vocali registrati e programmabili; – Geo localizzazione dell’utente; – Invio di allarmi in caso di allontanamento da aree sicure prestabilite (Geo Fence); – Invio di allarmi e richieste di soccorso facilitato; – Configurazione e programmazione a distanza – Analisi e registrazione di eventi critici e parametri fisiologici; – Guida all’esecuzione di task per la riattivazione dei processi di riabilitazione cognitiva. Al sistema cinturino sarà associata una piattaforma di controllo composta da un’applicazione di supervisione dedicata ed una applicazione per dispositivi mobili che costituisce l’interfaccia utente personale per il controllo del cinturino. Nell’ambito del progetto  PROGESI  è  responsabile della ideazione e prototipazione della piattaforma di controllo e della verifica ed esercizio del sistema completo integrato.
NET4HEALTH
NETwork FOR HEALTH management
Anno di avvio:
2017
Durata:
36 mesi
Programma:
PON 2014/2020 – Bando Horizon 2020 del MISE
Area:
eHEALTH
Azienda:
TBRIDGE
Ruolo:
Coordinatore
Descrizione:
Il progetto NET4HEALTH ha come obiettivi principali la ideazione, creazione, sperimentazione e validazione di un piattaforma informatica di supporto alla gestione di PDTA e dei PAI per i pazienti affetti da cronicità tipiche dell’Anziano (Scompenso Cardiaco) e del malato Oncologico. Il progetto mira a velocizzare e incrementare l’efficacia dei trattamenti  terapeutici eseguiti nella fase di deospedalizzazione, agendo con tecnologie digitali sulla ottimizzazione dei flussi di lavoro e sulla armonizzazione delle attività che coinvolgono le strutture sanitarie e socio assistenziali disperse sul territorio. I prototipi di ricerca realizzati comprendono strumenti per la gestione informatica dei PTDA/PAI, Servizi Digitali di monitoraggio distanza, Applicazioni per la gestione della Continuità Assistenziale e dell’Assistenza Domiciliare Integrata, Algoritmi di  Analisi Statistica e di generazione di modelli predittivi. Nell’ambito del progetto  TBRIDGE si occuperà di sviluppare il PDTA per l’area clinica Cardiologia; del disegno, della prototipazione e sperimentazione (per l’area cardiologica) della piattaforma informatica, dello studio delle modalità di sfruttamento industriale dei risultati delle ricerca.
RUMOBIL
RUral MOBILity in European Regions affected by Demographic Change
Anno di avvio:
2016
Durata:
36 mesi
Programma:
Interreg Central Europe Programme
Area:
TRASPORTI
Società:
TBRIDGE
Ruolo:
Coordinatore
Descrizione:
RUMOBIL è una iniziativa, frutto della cooperazione transnazionale tra Comuni e le loro società di trasporto in-house,  orientata allo studio delle problematiche poste al sistema di trasporto locale dal cambiamento demografico nelle aree periferiche (o rurali) e delle possibili soluzioni. RUMOBIL consentirà  agli organismi coinvolti nel progetto di confrontare le loro esperienze, scambiare conoscenze e generarne di nuove attraverso alcune sperimentazioni  pilota con l’obiettivo di rivedere le politiche di trasporto correnti per meglio adattarsi alla nuova domanda di mobilità. I principali risultati attesi dallo sviluppo del progetto RUMOBIL sono: le azioni pilota, la definizione dell’approccio RUMOBIL e le decisioni politiche per la sua adozione finalizzata al miglioramento dei piani di trasporto delle otto regioni europee partner del progetto. Le azioni pilota avranno una durata variabile dai 12 ai 18 mesi e consentiranno la verifica di approcci innovativi orientati a migliorare il collegamento fra le popolazioni sparse nelle aree periferiche con le reti di trasporto primarie, secondarie e terziarie.  Attraverso le sperimentazioni pilota RUMOBIL individuerà e renderà disponibili nuovi approcci al trasporto pubblico fondati sull’analisi di buone pratiche comuni e frutto della condivisione delle conoscenze ed esperienze maturate da Partner nelle esperienze pilota. Nell’ambito del progetto TBRIDGE agirà da coordinatore ed esecutore tecnico per lo sviluppo, l’implementazione e la sperimentazione della strategia di trasporto RUMOBIL nell’area nazionale di riferimento.
Sito Progetto:
http://interreg-central.eu/Content.Node/rumobil.html
SECUREWATER
SECUre and REsilient cyber physical systems for scada in WATER systems enhanced by comprehesive analysis capabilities
Anno di avvio:
2016
Durata:
18 mesi
Programma:
Bando MAE per progetti di Ricerca e Sviluppo congiunti italo-israeliani nel contesto dell’Accordo di Cooperazione nel Campo della Ricerca e dello Sviluppo Industriale, Scientifico e Tecnologico tra Italia e Israele
Area:
SECURITY
Azienda:
BV TECH
Ruolo:
Coordinatore
Descrizione:
Il progetto è orientato allo sviluppo di nuovi prodotti e metodiche per il monitoraggio e controllo della sicurezza dei CPS (Cyber Physical System) utilizzati nelle Infrastrutture Critiche di distribuzione dell’acqua potabile. I principali obiettivi del progetto sono a) sviluppare un innovativo modello di gestione della sicurezza dei sistemi informatici denominati IACS (Industrial Automation Control Systems) dedicati al governo delle Infrastrutture Critiche b) realizzare un prototipo operativo  in grado di supportare i gestori delle reti di distribuzione idrica nell’identificazione e gestione di attacchi cyber e/o biologici. Il modello di gestione proposto è basato su tre pilastri: tecnologie, processi e persone. Le tecnologie investigate ed utilizzate per lo sviluppo del progetto sono:  i Cyber Physical System o CPS,  gli Algoritmi per l’Anomaly Detection, le Comunicazioni Sicure fra RTU e centrale di controllo. E’ prevista nel progetto la  verifica e validazione  sperimentale  del prototipo presso la rete di distribuzione dell’acqua di Gerusalemme (Hagihon). Per Israele è Partner la  società IOSight  Ltd leader nelle soluzioni per la raccolta dei dati provenienti dai sistemi IACS, e anche da altre fonti, e nell’analisi e la rappresentazione  finalizzata alla individuazione di anomalie, alla ottimizzazione del ciclo di gestione dell’acqua, alla valutazione della produttività e dei costi di gestione. Nell’ambito del progetto  BV TECH si occuperà di applicare  le proprie tecnologie di comunicazione sicura al colloqui fra RTU e SCADA, di sviluppare un Risk Management Assessment per le reti di distribuzione dell’acqua.
GESTIONE DOCUMENTALE SICURA
Suite di strumenti sicuri web based per la GESTIONE DOCUMENTALE
Anno di avvio:
2016
Durata:
36 mesi
Programma:
POR FESR Sardegna 2007 – 2013, Asse VI, Linea di Attività 6.2.2.d PACCHETTI INTEGRATI di AGEVOLAZIONE (PIA) INDUSTRIA, ARTIGIANATO E SERVIZI
Area:
SMARTCITIES
Azienda:
TBRIDGE
Ruolo:
Coordinatore
Descrizione:
Il progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale si prefigge di sviluppare un innovativa infrastruttura dedicata al document management e rendere disponibili una serie di soluzioni e servizi specifici, dedicati allo scambio  documentale sicuro: profilazione ed archiviazione, firma digitale, conservazione sostitutiva a norma di legge, gestione invio multicanale dei documenti (EDI, fax, mail, postel, posta elettronica certificata). L’infrastruttura sarà studiata tenendo conto dell’ esigenza di utilizzare la piattaforma nella logica del paradigma del cloud computing. L’intento è di rendere disponibile per i singoli utenti e per le aziende una suite di strumenti web-based affidabili, attraverso l’utilizzo dei quali far collaborare in sicurezza Enti Pubblici, Banche, Aziende, Professionisti.
NEUROMEASURES
Sviluppo di processi innovativi e di servizi di supporto alla diagnosi precoce di disturbi motori, comportamentali e mnesici nella malattia di Parkinson e nella demenza di Alzheimer
Anno di avvio:
2013
Durata:
27 mesi
Programma:
POR FESR Calabria 2007/2013 “Azioni per il Potenziamento delle infrastrutture della rete Regionale dei Poli di Innovazione”
Area:
eHEALTH
Azienda:
BV TECH
Ruolo:
Partner
Descrizione:
Il progetto NEUROMEASURES mira alla realizzazione di processi innovativi e di servizi di supporto alla diagnosi precoce della malattia di Parkinson e della demenza di Alzheimer e di specifici disturbi di tipo motorio, comportamentale e/o mnesico che caratterizzano tali patologie. Il progetto si inserisce in un innovativo contesto scientifico con lo scopo di integrare le conoscenze attuali dei biomarcatori che aiutano a caratterizzare i principali sintomi clinici della malattia di Parkinson e della demenza di Alzheimer, con le conoscenze derivanti dalle moderne neuroscienze che propongono nuovi scenari fisiopatologici. Si intendono creare nuovi prototipi comportamentali e di neuroimaging avanzato, basati su tecnologie di “Virtual Reality” e metodologie e servizi di “Data Fusion”, con lo scopo di estrarre informazioni diagnostiche relative alle malattie oggetto di studio e di rielaborare la gestione di processi innovativi per la diagnosi precoce della malattia di Parkinson e della demenza di Alzheimer. Il progetto si occuperà anche di sviluppare nuovi servizi di supporto decisionale per la diagnosi precoce della malattia di Parkinson e della demenza di Alzheimer attraverso l’uso di strumenti computazionali avanzati, con particolare riferimento alle tecniche di Machine Learning. Il risultato atteso da tale attività sarà un prodotto innovativo di notevole rilevanza nella pratica clinica in termini di strumento di supporto nei processi di diagnosi accurata e precoce, sulla base dell’identificazione di nuovi markers di neuroimaging, comportamentali e molecolari. Nell’ambito del progetto BV TECH ha come principale responsabilità la ideazione, progettazione e sviluppo del Modulo “Datawarehouse” per la gestione dell’acquisizione, organizzazione, storicizzazione e accesso, da parte dei moduli di supporto decisionale, ai dati estratti dai marcatori di neuroimaging, molecolari e comportamentali.
PSC
Piattaforma dei Servizi nel settore della giustizia Civile
Anno di avvio:
2013
Durata:
31 mesi
Programma:
Smart Cities and Communities and Social Innovation di cui al Decreto Direttoriale MIUR prot.n. 391/Ric del 5 luglio2012
Area:
SMARTCITIES
Azienda:
PROGESI
Ruolo:
Partner
Descrizione:
Il progetto PSC propone lo sviluppo di metodi e strumenti innovativi per la progettazione, realizzazione e messa in opera di platform-as-a-service ibride – basate su piattaforme cloud pubbliche e private – per la gestione sicura dei dati e dei procedimenti, per l’autenticazione delle parti coinvolte e per la definizione di nuovi servizi “giuridici” da offrire ai cittadini. In particolare la piattaforma a servizi, basata sul paradigma del cloud ibrido, sarà capace di dialogare in maniera sicura con i sistemi informativi della giustizia e quelli dei propri stakeholders. Tale piattaforma sarà progettata con l’obiettivo di garantire adeguati livelli di scalabilità e interoperabilità per abilitare l’estensione della digitalizzazione a processi e documenti che attengono altri domini procedurali (processo penale). Nell’ambito del progetto BV TECH collaborerà alla realizzazione delle seguenti componenti: Interoperabilità con i sistemi di gestione delle Mediazioni; Banca dati delle sentenze; Anonimizzazione e aggregazione dei dati (Open Data); Classificazione automatica dei documenti e Template Filling.
LIFEMED
Logistica Integrata del Farmaco dei dispositivi MEDici
Anno di avvio:
2013
Durata:
36 mesi
Programma:
Smart Cities and Communities and Social Innovation di cui al Decreto Direttoriale MIUR prot.n. 391/Ric del 5 luglio2012
Area:
LOGISTICS
Azienda:
TBRIDGE
Ruolo:
Partner
Descrizione:
Scopo del Progetto LIFEMED è la realizzazione di un modello organizzativo-logistico innovativo per la gestione della logistica del farmaco e dei dispositivi medici, che sia in grado di coprirne l’intera catena gestionale in modo integrato (prescrizione e gestione della domanda, approvvigionamento, logistica, preparazione, allestimento e somministrazione). Questo sarà possibile attraverso lo sviluppo di soluzioni ICT capaci di attivare nuovi modelli gestionali e di incrementare il livello di interazione tra le Aziende Ospedaliere (AO). La proposta, in particolare, intende sperimentare alcune soluzioni prototipali per la gestione della logistica farmaceutica all’interno di una rete di AO del Comune di Milano e Torino. Attraverso il ridisegno dei processi di logistica farmaceutica ospedaliera sarà possibile implementare un modello ottimizzato basato sulla gestione centralizzata dei farmaci multi-azienda su scala urbana/zonale. TBRIDGE partecipa al progetto contribuendo alla ideazione ed elaborazione di modelli innovativi per la gestione organizzativa e dei rischi nella movimentazione di farmaci e dispositivi medici.
HEARTDRIVE
Servizi Avanzati per una più efficace ed efficiente gestione clinica integrata dello scompenso cardiaco e delle sue principali comorbidità
Anno di avvio:
2013
Durata:
16 mesi
Programma:
POR FESR Calabria 2007/2013
Area:
eHEALTH
Azienda:
BV TECH
Ruolo:
Partner
Descrizione:
Lo Scompenso Cardiaco (SC) è una patologia ad elevata prevalenza, che colpisce il 2-3% della popolazione nei paesi occidentali e tale percentuale è destinata a crescere ulteriormente nel prossimo futuro. In Italia l’analisi dei ricoveri ospedalieri dimostra che il DRG 127 (insufficienza cardiaca e shock), rappresenta la prima causa di ricovero ospedaliero dopo il parto naturale; inoltre la degenza media di circa 10 giorni e la frequenza delle ri-ospedalizzazioni, identificano tale patologia come quella capace di assorbire una significativa  quantità di risorse del SSN. Il progetto Heartdrive ha come obiettivo, attraverso l’uso innovativo di tecnologie ICT, il miglioramento della fase di follow up del paziente con scompenso cardiaco cronico (sia diastolico che sistolico), supportando i seguenti aspetti fondamentali: 1) Creazione dell’alleanza terapeutica tra paziente, medici e care-givers; 2) Ottimizzazione della terapia; 3) Prevenzione/trattamento precoce del peggioramento/riacutizzazione dello scompenso.Nel contesto sopra descritto BV TECH è responsabile dello sviluppo del prototipo di  piattaforma tecnologica di telemetria utilizzata per raccogliere i dati dai  dispositivi biomedicali installati presso i pazienti e per fornire una vista unitaria delle misure, dei parametri e degli eventi raccolti.
WEEENMODELS
Waste Electric and Electronic Equipment – New MODEI for Logistic Solutions
Anno di avvio:
2013
Durata:
33 mesi
Programma:
LIFE + Environment Policy and Governance project application
Area:
LOGISTIC
Azienda:
TBRIDGE
Ruolo:
Partner
Descrizione:
Il sistema di raccolta dei RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) è stato introdotto con la direttiva 2002/96/CE e ha consentito agli stati membri di avviare e di raggiungere significativi obiettivi di raccolta. La nuova direttiva europea 2012/19/UE del 4 luglio 2012, responsabilmente, introduce alcune innovazioni per arrivare ad obiettivi di riciclaggio ben più ambiziosi (al 14 agosto 2015 si hanno obiettivi minimi del 50% e dell’80% a seconda della diversa tipologia dei RAEE) “in particolare e in via prioritaria” per le apparecchiature di piccole dimensioni. Il progetto WEEENMODELS propone la creazione di un modello logistico ad hoc attraverso la realizzazione di un circuito integrato di raccolta che coinvolga tutti gli attori e la predisposizione di un sistema che minimizzi i costi del servizio e organizzi l’offerta in modo stabile e sistematico. In sintesi il progetto prevede: a) Individuazione di un modello di gestione della raccolta dei RAEE che permetta di incrementare sensibilmente la raccolta dei RAEE di piccole dimensioni superando gli obiettivi previsti dalla direttiva europea. b) Costruzione di un sistema di ottimizzazione dei servizi locali di raccolta attraverso la messa a disposizione di tutti gli operatori sul territorio (distributori, CAT – Centri di Assistenza Tecnica, trasportatori, gestori di rifiuti, aziende operanti nel recupero di apparecchiature elettroniche) di una piattaforma informativa aperta per la logistica dei RAEE. c) Creazione del servizio sperimentale di prenotazione/ritiro/trasporto/conferimento, tramite il portale che, una volta avviato, potrà essere gestito in maniera autonoma con opportune forme di autofinanziamento (abbonamento).TBRIDGE è responsabile dell’analisi, progettazione e sviluppo di tutte le componenti ICT necessarie alle gestione del servizio di  prenotazione/ritiro/trasporto/conferimento.
Sito progetto:
http://www.weeenmodels.eu/
ELECTRA
ELEctric City TRAnsport
Anno di avvio:
2013
Durata:
30 mesi
Programma:
Intelligent Energy – Europe (IEE)
Area:
TRANSPORT
Società:
TBRIDGE
Ruolo:
Partner
Descrizione:
L’obiettivo del progetto Electra è promuovere un nuovo modello di mobilità urbana caratterizzato da: miglioramento della capacità di gestione della domanda di mobilità per le città coinvolte con specifico riferimento all’utilizzo di reti di trasporto di superficie e metropolitane per il soddisfacimento delle necessità di mobilità di cittadini e turisti;una struttura standard adatta ad essere ri applicata ad altre regioni o città europee in caso di ampliamento dei modi di trasporto ( bus, auto e biciclette elettriche). Il progetto Electra verificherà l’applicabilità del nuovo modello per la soluzione di quelle  problematiche di mobilità dei cittadini che non trovano adeguata risposta attraverso il trasporto pubblico locale (spostamenti casa-lavoro, casa-scuola, …). Il progetto prevede l’implementazione  e la sperimentazione del modello in 3 siti pilota – Genova, Firenze e Barcellona – omogenei dal punto di vista della mobilità e caratterizzati da uso intensivo di motocicli. La sperimentazione comprende la fornitura e l’utilizzo   di 90 motocicli elettrici e l’attrezzatura completa delle aree urbane interessate (sistemi di parcheggio, segnaletica, servizi all’utenza, …). Nel progetto TBRIDGE affiancherà il comune di Genova nel coordinamento e supporto tecnico al dispiegamento, all’adozione ed alla valutazione del nuovo modello di mobilità urbana.
Sito Progetto
http://www.electraproject.eu/2014-06-23-06-04-31/genoa-pilot
ICT4HEALTH
Home Care Remote Monitoring and Home Care Remote Help
Anno di avvio:
2011
Durata:
36 mesi
Programma:
POR FESR Calabria 2007/2013 “Azioni per il Potenziamento delle infrastrutture delle rete Regionale dei Poli di Innovazione”
Area:
eHEALTH
Azienda:
BV TECH
Ruolo:
Partner
Descrizione:
La proposta prevede la costituzione del Polo Regionale di Innovazione sulle Tecnologie della Salute attraverso l’aggregazione di Aziende e Organismi di Ricerca in Associazione Temporanea di Scopo (ATS) con mandataria la Società consortile a responsabilità limitata BioTecnoMed (http://www.biotecnomed.it/index.php/en/) partecipata dall’Università di Catanzaro, dall’Università della Calabria, da strutture cliniche e da industrie del settore salute inclusa BV TECH. Il progetto di infrastrutturazione del Polo, parte dalle dotazioni tecnologiche dei soci BioTecnoMed e prevede investimenti volti a organizzare, potenziare e mettere in rete le strutture di ricerca scientifica e innovazione tecnologica presenti sul territorio regionale, per consentirne l’utilizzo condiviso da parte delle imprese aggregate e di tutti gli altri potenziali utenti. Il patrimonio tecnologico messo a disposizione per il Polo dai soci BioTecnoMed ha un valore stimato di circa 20 milioni di euro, a cui si aggiungeranno tecnologie per un valore di ulteriori 6 milioni di euro relative agli investimenti da realizzare nell’ambito del presente Progetto. Nell’ambito del Polo BVTECH è responsabile della gestione e costituzione del laboratorio ICT4HEALTH presso la propria sede di Lamezia Terme per l’erogazione di servizi di Home Care Remote Monitoring e Home Care Remote Help.
eJRM
electronic Justice Relationship Management
Anno di avvio:
2011
Durata:
36 mesi
Programma:
PON Ricerca e Competitività 2007 – 2013
Area:
eJUSTICE
Azienda:
BV TECH
Ruolo:
Coordinatore
Descrizione:
Il progetto eJRM ha come principale obiettivo lo studio di nuove modalità, completamente virtuali, di gestione delle relazioni tra il Cittadino ed il “Sistema Giustizia” e la ideazione e dimostrazione di una Piattaforma Informatica specializzata nel dominio giuridico per la gestione completamente in linea delle attività connesse allo svolgimento di alcune tipologie di controversie giuridiche (On-Line Trial) e per la gestione di un contenzioso attraverso l’utilizzo della rete e delle modalità alternative di composizione delle controversie, quali l’istituto della mediazione (On-line Alternative Dispute Resolution). La piattaforma eJRM sarà utilizzata come tecnologia abilitante per l’esecuzione remotizzata via internet e paperless di tutte le fasi del procedimento di mediazione in accordo (art 8 ) alla normativa D.Lgs. 28/2010, come modificata dal “Decreto del Fare”, D.L. 21 giugno 2013, n. 69. In particolare eJRM supporterà la completa informatizzazione e virtualizzazione dei processi di redazione e scambio documentale, delle sessioni di incontro congiunte e/o separate fra le Parti, la gestione del corretto flusso delle attività, la formazione e la collaborazione degli operatori di Mediazione (mediatori, avvocati) e dei Cittadini, la classificazione e definizione del caso, la ricerca e consultazione della casistica nella risoluzione, la identificazione e valutazione dei possibili esiti. Oltre al coordinamento generale di progetto e alla responsabilità tecnico-scientifica BV TECH è responsabile della ideazione e realizzazione del modulo applicativo Virtual Room per lo svolgimento in web-conferencing degli incontri fisici (sessioni di mediazioni congiunte e singole) fra il mediatore e le parti coinvolte.
Sito progetto:
http://www.ejrm.it/
CAMMEO
TransCeiver InfrAstrutturale e Multitecnologico per il Monitoraggio di pErsone e Oggetti in ambienti indoor e outdoor
Anno di avvio:
2010
Durata:
24 mesi
Programma:
POE FESR Lazio 2007-2013 – FILAS -RS-2009-1255 Asse I – Attività I.1.
Area:
LOGISTICS
Azienda:
PROGESI
Ruolo:
Coordinatore
Descrizione:
Cammeo è una tecnologia a supporto di ogni utente sia esso un anziano, un individuo diversamente abile o chiunque necessiti di una informazione di localizzazione indipendentemente da dove si trovi, all’aperto o all’interno di un edificio. L’obiettivo è la creazione di un dispositivo che offra un servizio generalmente migliore rispetto alle singole tecnologie di localizzazione, grazie all’elevato grado di collaborazione tra le tecnologie utilizzate. Le informazioni di localizzazione dovranno coesistere in un unico device capace di gestire in modalità completamente trasparente per l’utente l’hand-over del passaggio tra le vari tecnologie utilizzate per la definizione del posizionamento sia in ambienti aperti che in ambienti chiusi. Nel primo caso si utilizzano tecnologie già disponibili quali i segnali satellitari GPS/GNSS e nel secondo si utilizzano ancora tecnologie disponibili e funzionanti (alcune delle quali nate per supportare servizi diversi dalla localizzazione, quali Bluetooth, WiFi, ZigBee ma anche RFID) sfruttando l’interazione di più mezzi di comunicazione sullo stesso supporto ed integrati da algoritmi proprietari per la migliore definizione della localizzazione indoor , con caratteristiche di continuità e elevato grado di accuratezza. Progesi è responsabile del coordinamento tecnico – operativo del progetto, del disegno delle applicazioni software e della sperimentazione dei prototipi sviluppati.