Fonte: B. Sim, “Cybersecurity: ecco quanto costa a un’azienda italiana la violazione dei dati” Il Sole 24 Ore, 29 luglio 2020 — “Cost of Data Breach” effettuata da “Ponemon Institute” — marzo 2020; “Responding To COVID-19: Cyber Security and Innovation” BV TECH, Medium – 27 maggio 2020.

A cura di Lorenzo Tuzi

La sicurezza informatica è un tema di fondamentale importanza e per un’azienda è necessario investire un ingente numero di risorse nel suo corretto sviluppo e costante aggiornamento.

Seppur costoso, lo sviluppo di best practices e di strategie di cybersecurity efficaci consente di prevenire la perdita di dati e di contenere i costi derivanti da attacchi informatici. Il report “Cost of Data Breach” del Ponemon Institute riporta che a livello globale ogni attacco informatico alle aziende costa in media 3,86 milioni di dollari, mentre in Italia 2,90 milioni. Lo studio, condotto per conto di IBM Security, si basa su un campione di oltre 500 organizzazioni da tutto il mondo, di cui 21 italiane.

LEGGI ANCHE: Stretto di Messina, ponte o tunnel: il progetto è ora nel piano straordinario di infrastrutturazione

Nuove best practices e costi elevati per le aziende

Le 3200 interviste che hanno coinvolto i responsabili aziendali della sicurezza hanno fatto emergere come gli hacker abbiano sfruttato differenti espedienti tra il 2019 ed il 2020. Nel 2019 sono state le credenziali e gli indirizzi di posta elettronica dei dipendenti la maggior fonte di reddito per i cyber criminali.

Continua a leggere su Medium.