Marcello Pogliani, Security Engineer presso Secure Network, ha partecipato ieri, 5 Agosto, insieme a Federico Maggi, di Trend Micro Research, alla 23° edizione del Black Hat USA.

Il lavoro, oggetto della presentazione, è stato svolto in collaborazione con Trend Micro durante il dottorato di ricerca al Politecnico di Milano.

Tra gli autori del lavoro anche Stefano Zanero, Professore Associato presso il Politecnico di Milano e Presidente di Secure Network, oltre che Davide Quarta post-doc presso EURECOM, e Marco Balduzzi di Trend Micro Research.

La presentazione, dal titolo “OTRazor: Static Code Analysis for Vulnerability Discovery in Industrial Automation Scripts” è stata trasmessa in streaming.

LEGGI ANCHE: Il mondo che verrà. Valuta digitale: quale futuro?

Che cos’è Black Hat?

Black Hat Briefings è una delle più grandi e rinomate conferenze di cybersecurity a livello internazionale. Nata nel 1997 per iniziativa di Jeff Moss, si tiene ogni anno a Las Vegas e attira circa 20,000 partecipanti ogni anno, attirati da un centinaio di presentazioni selezionate da una apposita review board composta da esperti del settore.

Si tratta del principale evento mondiale sulla sicurezza delle informazioni in cui vengono approfondite le ultime ricerche in materia di cybersecurity, sviluppo e nuove tendenze.

L’evento comprende una conferenza, sessioni di training con i maggiori esperti a livello internazionale, e una “business hall” ovvero una fiera di settore con quasi 300 espositori. Inoltre, si tengono ogni anno conferenze “gemelle” in Europa e in Asia. Quest’anno, a causa della pandemia in corso, l’evento si tiene in forma digitale dal 1 al 6 agosto.

Continua a leggere su Medium.