• BV Tech S.p.A.
    • en
    • it

Archives for News

Gruppo BV TECH

Il Gruppo BV TECH guarda al futuro

di Paola Cicu

La nostra Brand Identity si è evoluta per entrare in una nuova era.

Non esiste momento migliore dell’attuale per realizzare un piano chiaro e a lungo termine, che ci aiuterà a evolvere consapevolmente in un’organizzazione più unificata, visionaria e incentrata sul cliente.

Una identità definita, grazie a un set di valori non negoziabili:

Gruppo

Questi valori ispirano il tono di voce del Brand in ogni relazione. BV TECH fa della ricerca dell’eccellenza, in tutti i campi in cui opera, il proprio valore fondativo.

La nuova Brand Identity riflette l’impegno di BV TECH a evolversi continuamente, nonché il nostro obiettivo di svolgere un ruolo vitale nell’aiutare il paese a competere nell’economia digitale.

LEGGI ANCHE: BV TECH e CISCO, al via una nuova partnership strategica nel segno dell’innovazione

Nuova immagine coordinata per il gruppo BV TECH, gruppo tecnologico leader nell’innovazione, nei sistemi e nei servizi, che ha rinnovato la propria identità visiva corporate rendendola più attuale e contemporanea, in linea con la nuova “anima” del gruppo caratterizzato da una solida cultura industriale, ma lo sguardo rivolto al futuro e una visione internazionale.

Il primo tassello della nuova Brand Identity è sicuramente il logo. Un altro elemento importante è la Tag Line: “Securing the Future”. Per raggiungere il cuore del cliente non basta dire cosa fai né come lo fai, ma il “perché” lo fai.

Per approfondire continua a leggere su Medium.

Read more
AI Turing Sessions

“Is AI a new DNA?”

Questo il titolo del primo appuntamento delle Turing Sessions, un nuovo progetto promosso da BV TECH per creare un network di discussione attraverso “inspiring talks”.

“L’intelligenza artificiale è la scienza di far fare alle macchine operazioni che, se fatte da esseri umani, richiederebbero intelligenza. L’AI reale non è quella che vediamo nei film, ma si tratta fondamentalmente di uno strumento”, ha così esordito Vincenzo Paduano, AI Specialist, ed ospite del primo incontro.

LEGGI ANCHE: Alan Turing, Do androids dream of electric sheeps?

L’AI come DNA del mondo moderno

Secondo lo specialista, l’intelligenza artificiale può essere definita come il nuovo DNA del mondo moderno nella misura in cui si tratta di strumenti molto pervasivi all’interno del mondo moderno.
Basti pensare ai moltissimi ambiti in cui essa viene utilizzata, quali agricoltura, finanza, industria, medicina, marketing, trasporti, e ben altro. 

“La pervasività di questo strumento è aumentata nel corso degli anni, al giorno d’oggi ci sono AI che cercano di capire addirittura il modo di pensare degli esseri umani, quando non vengono adoperate ad altri fini come la realizzazione di volti sintetici (si pensi alla piattaforma social di FB e all’introduzione del riconoscimento facciale)”.

Per maggiori approfondimenti, leggi l’articolo completo su Medium.

Read more
Lean Genova

IL CASO DI GENOVA

Un po’ di storia dal Lean Thinking

Il miglioramento dei processi produttivi prende le mosse dal “Lean Thinking”, un insieme di principi, stili gestionali, metodi, tecniche e strumenti per la gestione dei processi operativi finalizzato a massimizzare il valore del cliente finale attraverso la sistematica riduzione degli sprechi, intesi come qualsiasi utilizzo di risorse non finalizzato alla creazione di valore per il cliente finale.

I primi approcci lean si registrano in Giappone, nel campo del tessile, con Sakichi Toyoda (1867-1930). Si evolvono con Kiichiro Toyoda (1894-1952) con l’introduzione dei gruppi di miglioramento kaizen, secondo il quale “le condizioni ideali per fare le cose sono create quando le macchine, gli impianti e le persone lavorano insieme per aggiungere valore senza generare alcuno spreco”.

Lo spreco diviene l’argomento principe di Taiichi Ohno (1912-1990), un ingegnere giapponese specializzato in meccanica, considerato il padre del sistema di produzione attuato nell’azienda automobilistica Toyota (Toyota Production System). Dal pensiero lean alla produzione snella il passo è stato breve; la formalizzazione dei principi della lean production si deve a due ricercatori universitari statunitensi del MIT di Boston, Womack e Jones, nel 1991. Principi che ispirano un insieme ampio e variegato di strumenti applicabili a seconda delle esigenze.

LEGGI ANCHE: BV TECH e CISCO, al via una nuova partnership strategica nel segno dell’innovazione

Il metodo delle 5s

L’approccio tradizionale applicato operativi dalle aziende, per il raggiungimento degli obiettivi di produzione, prevede maggiori investimenti a discapito della qualità e dei tempi di realizzazione del prodotto. L’approccio lean nelle prestazioni in fase di produzione assume una logica diversa rispetto all’approccio tradizionale.

Per raggiungere l’obiettivo di efficienza vi è un ottimizzazione dei processi in termini di riduzione di tempi e costi con un incremento della qualità del prodotto finale. Il metodo «5s» rappresenta lo strumento operativo che è funzionale alle esigenze dell’azienda per gestire al meglio le postazioni di lavoro attraverso una maggiore organizzazione del processo lavorativo in relazione a spazi ed attrezzature utilizzate. In tale approccio non esiste mantenimento, ma solo miglioramento o peggioramento. È il pensiero guida che ha condotto la nostra esperienza decennale.

Dialogare con i membri del gruppo di lavoro per responsabilizzare e creare una partecipazione attiva al metodo, rendere ben chiari i ruoli e i limiti di competenza con ognuna delle parti del gruppo di lavoro, coinvolgere tutto il personale a percepire la metodologia 5s come uno stile «normale» utile alla produzione, formare i tecnici affinché possano, in autonomia, continuare nel tempo l’applicazione del metodo, sono i quattro pilastri dell’approccio metodologico.

Continua a leggere l’articolo su Medium

Read more
CISCO BV TECH

BV TECH e CISCO, al via una nuova partnership strategica nel segno dell’innovazione

Dalla crisi si esce solo con ragionamenti e tecnologie più forti. Partendo da questa consapevolezza BV TECH Group, leader italiano nelle tecnologie, sistemi e servizi innovativi e CISCO, leader globale nelle reti e nelle tecnologie IT, hanno siglato una partnership per sviluppare una collaborazione ad ampio raggio nei settori chiave delle nuove tecnologie al servizio del nostro Paese.

La nuova partnership ha già individuato quattro industry strategiche sulle quali convergere per dare slancio a una forte presenza sia tecnologica sia di mercato. Cybersecurity, Networks, Smart Mobility, Innovation sono gli assi operativi di intervento e di collaborazione.

BV TECH, una collaborazione per garantire l’innovazione e la sicurezza

L’accordo nasce dagli intenti e dallo spirito in chiave atlantica di collaborazione tra Agostino Santoni, Amministratore Delegato di CISCO Italia, e Raffaele Boccardo, Presidente del gruppo BV TECH. Il Gruppo italiano è già tra i founding partner, in questa chiave, del think tank sulla Cyber Security nato al MIT Sloan, a Boston.

Alla base dell’accordo, la considerazione che l’Innovazione è un nuovo mercato, che attraversa in modo impetuoso settori più o meno consolidati. E al tempo stesso, costituisce una vera e propria infrastruttura critica, che necessita investimenti per produrre sistemi più robusti e resilienti. Come la grande crisi pandemica ha mostrato in modo drammatico.

Potete leggere l’articolo completo qui di seguito.

Read more
Covid mobility

La mobilità nell’era Post Covid

L’emergenza Sanitaria che ha caratterizzato l’ultimo periodo della nostra vita ha determinato un cambiamento tanto cruciale, quanto impattante, nei confronti della nostra società e della sua quotidianità.

Tale mutamento è avvenuto sia a livello sociale che economico, e con effetti alquanto allarmanti ed imprevedibili, che hanno dato vita a differenti scenari e possibili manovre strategiche per la ripresa della nostra “normalità urbana“.

LEGGI ANCHE: TRIPS: Progettazione di Sistemi di Trasporto privi di Barriere alla Mobilità

Dopo l’Emergenza Covid, come cambierà la nostra autonomia?

Certamente, il fattore sociale che ha risentito di più di questa pandemia, è stato quello dell’autonomia della nostra mobilità, e sarà necessario adottare un nuovo approccio per consentire degli spostamenti sicuri nel contesto urbano.

La proposta e la visione del futuro del gruppo BV TECH è quella che concerne lo studio di tale nuovo scenario e sviluppare nuove opzioni di mobilità, tramite anche sistemi di Simulazione Multimodale, ma senza tralasciare il fattore economico, con l’integrazione quindi, di metodologie innovative per monitorare in maniera efficace la domanda nel mercato.

LEGGI ANCHE: BV TECH, Encomi agli Ingegneri dallo Stato Maggiore Della Difesa

Milano durante il lockdown

Insieme a tutto ciò sarà ovviamente necessario rispettare alcuni fattori cardine per permettere un’efficace attuazione di questo progetto:

  • Analizzare costantemente i dati di domanda per trarre le informazioni necessari con rilevazioni tradizionali ed innovative, tramite dati Istat o FCD per sviluppare un nuovo set di soluzioni;
  • Proporre un’offerta in grado di arricchire il fattore mobilità con nuovi servizi integrativi e soluzioni complementari prioritarizzate;
  • Testare efficacemente per stabilire delle soluzione in chiave multimodale.
  • Regolamentare i comportamenti per facilitare la gestione dei servizi di Smart Working, regolamentazione stradale e coordinamento orari.

Gli strumenti T Bridge a nostra disposizione

T Bridge ha avviato una attività di monitoraggio e raccolta non solo di articoli di analisi e pubblicazioni scientifiche relative alla mobilità post COVID-19, ma soprattutto di best practices relative ai nuovi servizi che gli operatori pubblici e privati stanno sperimentando per adattarsi al nuovo scenario.

Per interpretare al meglio un contesto ancora fluido e molto incerto e affrontare situazioni del tutto inedite, è infatti utile confrontarsi con la community internazionale di esperti di mobilità.

Il Data Base è in continuo aggiornamento e rappresenta un punto di riferimento per capire l’evoluzione dei comportamenti dei cittadini e individuare approcci e strategie efficaci e trasferibili anche in diversi contesti.

In qualità di partner tecnico ELVITEN all’interno del progetto H2020, T Bridge contribuisce a coordinare le linee guida per lo sviluppo di una mobilità elettrica sostenibile per la fase post-lockdown, confrontandosi e basandosi sul modello dei 6 paesi Europei che fanno parte di H2020.

BV TECH vuole quindi essere in prima linea in questo periodo così incerto, per garantire agli individui ed alle aziende una ripresa che possa garantire sicurezza, sostenibilità ed innovazione dopo l’emergenza Covid.

Read more
Medium Neologic

BV TECH, adesso siamo su Medium

Collocati in un periodo storico incerto e critico per la nostra società, noi di BV TECH siamo fermamente convinti che il connubio tra tecnologia ed informazione sia uno degli strumenti più potenti a nostra disposizione per poter fronteggiare le sfide del futuro.

Proprio per questo siamo approdati sulla piattaforma di Medium per offrirvi spunti di conoscenza e riflessione provenienti dalla nostra esperienza professionale e sociale come gruppo leader nel settore dell’innovazione tecnologica. Visita il Blog.

Medium

What About Medium:

Fondata dal cofondatore di Twitter, Evan Williams, Medium è uno dei primi esperimenti di “Social Journalism” online e nel corso degli anni è riuscita a dare spazio ad una impressionante pluralità di voci.

La sua piattaforma ospita infatti qualsiasi tipologia di lettore e scrittore che abbia intenzione di arricchire il suo bagaglio culturale o potenziare il suo skill set professionale.

LEGGI ANCHE: Cambia tutto. Anche la normalità

L’ampio network di conoscenze e competenze che contraddistinguono i nostri servizi saranno quindi messi a vostra disposizione per rispondere alla crisi che ha colpito le organizzazioni, gli enti e gli individui di tutto il mondo.

Grazie a tali contenuti avrete infatti a disposizione gli strumenti necessari per poter sviluppare una conoscenza profonda delle dinamiche del mondo lavorativo odierno, quello immerso nel network della tecnologia dell’innovazione.

Read more
Lichfield BV TECH

Gordon Lichfield “Cambia tutto. Anche la normalità.”

A dirlo è Gordon Lichfield, direttore del MIT Technology Review, la rivista del Massachussets Institute of Tecnology, in un’analisi dal titolo “Non torneremo presto alla normalità” (We are not going back to normal).

Per il direttore del MIT Technology Review “Per fermare il coronavirus dovremo cambiare radicalmente quasi tutto ciò che facciamo” e “alcune cose non torneranno mai più come prima”. Per Lichfield entreremo in una nuova fase storica soprannominata “l’economia chiusa” (“shut-in economy”). Questo avrà un forte impatto sia sull’economia sia sulla nostra privacy.

Lichfield BV TECH

Il gruppo BV TECH è consapevole di dover affrontare una terribile sfida, drammatica quanto inedita per il mondo, ma è anche pronto a cogliere questa occasione per imparare e crescere come persone, professionisti e cittadini globali.

Il nostro compito sarà vivere questi momenti intensamente, in modo attivo, gestirne la complessità, individuare soluzioni e attitudini per minimizzare gli aspetti negativi e superare le criticità con inarrivabile determinazione e altissimo impegno civile e umano.

LEGGI ANCHE: BV TECH supporta il Corso di perfezionamento in “Intelligence e sicurezza nazionale”

Per rispondere al nuovo scenario globale e alle emergenze straordinarie che il Paese sta affrontando e dovrà gestire nei prossimi anni, il gruppo BV TECH intende lavorare affinché l’Innovazione sia riconosciuta e compresa come “infrastruttura strategica” nazionale.

Ogni grande crisi apre la strada verso nuove possibilità e nuovi cammini!

Read more

TRIPS: Progettazione di Sistemi di Trasporto privi di Barriere alla Mobilità

“You only need empathy in design, if you have excluded the people you claim to have empathy for.” – Liz Jackson, Fondatrice di The Disabled List

L’ambizione del progetto TRIPS è quella di adottare misure pratiche per affrontare e prevenire la discriminazione di tutti i cittadini, che sono resi dis-abili dalle  barriere che ne limitano l’accesso ai servizi di  trasporto urbano.

Ratificando la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, l’UE e tutti gli Stati membri si impegnano a rispettarne tutti i diritti, compreso il diritto alla mobilità e alla vita indipendente. In pratica, tuttavia, questi diritti non si sono ancora concretizzati per le persone disabili in gran parte dell’UE e i sistemi di trasporto odierni rimangono in gran parte inaccessibili.

Di conseguenza, le persone sono escluse dall’accesso alle opportunità di lavoro, all’istruzione, alle attività sociali e ricreative e ad altri servizi. Questo limita le scelte di vita, aumenta l’esclusione dalle comunità locali e, in ultima analisi, impedisce agli individui di partecipare alla società come cittadini completi e indipendenti. TRIPS vuole invece estendere queste legittime opportunità e possibilità.

TRIPS

Il progetto TRIPS

  • Proporrà un approccio di co-progettazione che permetta alle persone, escluse a causa della scarsa accessibilità degli spazi urbani, di assumere un ruolo di primo piano nella progettazione di sistemi di trasporto più funzionali e a misura di tutti. Concentrandosi sull’esperienza e le esigenze delle persone disabili, punta ad affrontare direttamente un’ampia varietà di barriere negli attuali sistemi di trasporto urbano. Ciò include le barriere dovute, ad esempio, alle limitazioni fisiche, all’età, alla salute o alla lingua.
  • Fornirà casi di studio che mostrino come tali soluzioni di mobilità co-progettate possano effettivamente fornire un trasporto urbano inclusivo, per tutti, in sette città europee di esempio: Bologna, Bruxelles, Cagliari, Lisbona, Sofia, Stoccolma e Zagabria.

Il Consorzio riunisce organizzazioni che rappresentano a livello europeo la Associazioni dei  Disabili (ENIL), gli operatori di trasporto (UITP), i provider di Tecnologie Assistive (AAATE) al fine di  elaborare e promuovere una metodologia di Co-design-for-All per lo sviluppo di soluzioni di mobilità inclusive e l’innovazione e il cambiamento dei processi.

LEGGI ANCHE: ITASEC 2020, BV TECH presenta il progetto di Ricerca “Suite prodotti CyberSecurity e SOC”

Il consorzio, guidato dall’Università Tecnica di Eindhoven (TUE), è completato da partner con esperienza nella strategia e nella gestione del cambiamento (T Bridge), nello sviluppo di tecnologie strategiche e nella progettazione centrata sull’utente (DLR) e  nella consulenza normativa sulle tecnologie (TRI). Inoltre, collaborerà con partner locali nell’ecosistema dei trasporti (Città di Zagabria,  CTM Cagliari, CARRIS Lisbona, SRM Bologna) per sviluppare e testare metodi e modelli di soluzioni di mobilità, nonché per trarre  indicazioni per quanto riguarda la gestione del cambiamento e l’innovazione dei processi nelle città Bologna, Bruxelles, Cagliari, Lisbona, Sofia, Stoccolma e Zagabria.

T Bridge avrà un ruolo trasversale di individuazione delle applicazioni tecnologiche da utilizzare nelle sperimentazioni a livello locale nelle 7 città pilota, di cui curerà poi il coordinamento della fase di implementazione e business case planning.

Read more
ITASEC

ITASEC 2020, BV TECH presenta il progetto di Ricerca “Suite prodotti CyberSecurity e SOC”

BV TECH ha partecipato in qualità di Platinum Sponsor all’edizione 2020 di ITASEC che si è svolta dal 4 al 7 febbraio ad Ancona.

All’evento erano presenti centinaia di attori nel settore della cyber security per fare il punto sulla situazione del perimetro di sicurezza nazionale e garantire al Paese di restare al passo con la costante evoluzione tecnologica del settore, come già avevamo spiegato in quest’articolo.

ITASEC

LEGGI ANCHE: LetsGoElectric, il contest fotografico di Elviten

Lo sviluppo targato BV TECH a ITASEC 2020

In tale occasione, BV TECH ha presentato le attività nell’ambito dello sviluppo di tecnologie nazionali per la cyber security, con particolare riferimento al progetto di Ricerca “Suite prodotti CyberSecurity e SOC”, finanziato dalla Regione Puglia (Operazione cofinanziata con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Puglia POR Puglia 2014 – 2020 – Asse I – Obiettivo specifico 1a – Azione 1.1 R&S) e con il supporto dell’Università di Bari e del Massachusetts Institute of Technology (MIT).

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Qui è possibile consultare ogni info riguardo il calendario delle attività svolte ed i partner presenti, insieme a BV TECH, presso l’evento di ITASEC 2020 e quelli delle edizioni degli anni passati.

Read more

BV TECH supporta il Corso di perfezionamento in “Intelligence e sicurezza nazionale”

Venerdì 31 gennaio si è conclusa la VI edizione del Corso di perfezionamento post-laurea in “Intelligence e sicurezza nazionale”. La cerimonia di consegna degli attestati è avvenuta nel suggestivo salone di Carlo VIII presso il Palazzo Medici Riccardi.

Durante la cerimonia sono intervenuti tra gli altri: il prof. Luciano Bozzo, presidente del Corso di Laurea Magistrale Relazioni Internazionali e Studi Europei dell’Università di Firenze e direttore del Corso, il prefetto di Firenze Laura Lega, il Generale Paolo Nardone, Direttore della Scuola di Formazione del DIS, e l’Ingegnere Sabino Caporusso in rappresentanza di BV TECH, azienda italiana leader nel settore della cyber security.

DIS BV TECH

BV TECH insieme alla didattica per la sicurezza

Il Corso conta 100 ore di didattica e si propone di contribuire alla formazione di una nuova generazione di esperti di intelligence in campo pubblico e privato e offre, allo stesso tempo, un’opportunità di aggiornamento professionale continuo per gli operatori del settore, favorendo l’integrazione tra strumenti metodologici e analitici delle scienze sociali e gli approcci più strettamente tecnologici.

LEGGI ANCHE: T Bridge sul “Journal of Traffic and Transportation Engineering”

Il Corso, svolto con il supporto di BV TECH, è parte di una convenzione stipulata tra l’Università di Firenze e il Dipartimento delle informazioni per la Sicurezza (DIS).

Read more

#LetsGoElectric, il contest fotografico di Elviten

Tra i partner di Elviten, progetto dedicato alla mobilità elettrica e finanziato dalla Comunità Europea all’interno di Horizon 2020 per la Ricerca e l’Innovazione, e che comprende l’iniziativa #LetsGoElectric, c’è anche T Bridge, società del Gruppo BV TECH. Il progetto ha come obiettivo l’incentivazione e la diffusione dell’utilizzo dei veicoli elettrici leggeri e vede coinvolte ben sei città europee: Bari, Berlino, Genova, Malaga, Roma e Trikala.

LEGGI ANCHE: Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di TBRIDGE al CSEE’18 di Budapest

Il fattore T Bridge

T Bridge ricopre un ruolo di responsabilità, coordinando lo sviluppo delle attività per dotare le sperimentazioni di una Piattaforma che permetta la comunicazione tra le soluzioni e l’accesso agli utilizzatori in una logica integrata, come già avevamo spiegato in quest’articolo.

#LetsGoElectric

LEGGI ANCHE: ENCOMI AGLI INGEGNERI BV TECH DALLO STATO MAGGIORE DELLA DIFESA

Elviten e il contest #LetsGoElectric

Anche voi potete essere parte di questo progetto, partecipando al contest fotografico ad esso legato. Se vi trovate in una delle città partner dell’iniziativa, scattate una foto di un veicolo targato Elviten e postatela sui vostri account social Twitter o Instagram utilizzando l’hashtag #LetsGoElectric. Un’incredibile sorpresa vi aspetta!

Per tutti i dettagli riguardo l’iniziativa, cliccate qui: https://www.elviten-project.eu/en/campaign/ .

Read more
ITASEC 2020

BV TECH sponsor platinum a ITASEC 2020

Anche quest’anno BV TECH parteciperà a ITASEC 2020, la quarta conferenza nazionale sulla sicurezza informatica, che si svolgerà ad Ancona dal 4 al 7 febbraio.

ITASEC è un evento annuale supportato e organizzato da CINI, il Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica Organizzata. L’edizione 2020 riunirà ricercatori e professionisti italiani che lavorano nel campo della sicurezza informatica, provenienti sia dal settore privato che da quello pubblico e includerà università, industrie, istituti di ricerca e governo.

LEGGI ANCHE: BV TECH al seminario di Confindustria su fibra ottica e reti 5 G

Blockchain, Cyber Security e IA

Oltre che dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del CINI, la conferenza è organizzata in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche e l’Università degli studi di Camerino. Si svolgerà nelle sale dell’UNIVPM e avrà l’obiettivo di riunire ricercatori e professionisti provenienti dal mondo accademico, industriale e governativo per discutere le sfide emergenti e i bisogni consolidati nel campo della cybersecurity.

Il programma affronterà i più ampi e attuali temi della sicurezza informatica: dalla Blockchain nazionale allo sviluppo dell’Intelligenza artificiale, ma troveranno spazio anche argomenti quali l’innovativo perimetro nazionale per la sicurezza cibernetica del Paese, la Golden Power e il contrasto alle minacce estere.

ITASEC 2020

ITASEC 2020 tratterà le discriminazioni sul web

Inoltre, ITASEC20 ha previsto dei percorsi specifici su diplomazia cibernetica, ruolo della politica nel cyberspazio e disparità di genere nel mondo informatico, che sono temi sempre più attuali nello scenario globale e inevitabilmente centrali in quello nazionale.

In tale occasione, BV TECH presenterà, oltre ad argomenti strettamente legati alla cybersecurity, anche il Contratto di Programma che sta sviluppando in Puglia, nella sede di Grottaglie, denominato “Suite prodotti CyberSecurity e SOC” e incentrato sulle Tecnologie di cybersecurity interamente nazionali.

Read more

T Bridge sul “Journal of Traffic and Transportation Engineering”

Sulla rivista scientifica internazionale “Journal of Traffic and Transportation Engineering” è stato recentemente pubblicato l’articolo “Smart mobility and public transport: opportunities and challenges in rural and urban areas”, che riporta i risultati di uno studio svolto dalla BU Trasporti e Logistica di T Bridge, società del Gruppo BV TECH, nell’ambito del progetto di ricerca europeo.

LEGGI ANCHE: ELVITEN, il progetto H2020 per la mobilità elettrica. T BRIDGE protagonista

T Bridge e le soluzioni IoT all’interno del contesto urbano e rurale

Il lavoro, tramite una ricognizione sullo stato dell’arte e l’analisi delle esperienze sul campo maturate durante il progetto Interreg Central Europe RUMOBIL, propone un confronto fra le opportunità offerte dalle più avanzate soluzioni IoT nel contesto urbano e rurale rispetto alle esigenze della pianificazione dei servizi di mobilità, degli utenti e degli operatori, oltre che una panoramica sulle principali sfide che dovranno essere affrontate nei due contesti nel prossimo futuro.

LEGGI ANCHE: Promoting an inclusive growth: sharing economy, smart technologies and social innovation

T Bridge

Qui è possibile consultare e scaricare liberamente, in formato PDF, l’articolo originale, ed ufficiale, redatto dalla rivista internazionale scientifica “Journal of Traffic and Transportation Engineering”, che riporta lo studio della società facente parte del gruppo BV TECH.

Read more

BV TECH al Career Day dell’Università Aldo Moro di Bari

Il Gruppo BV TECH collabora con le Università per scoprire talenti da formare e valorizzare.

Cerchiamo persone che condividano i nostri valori, appassionate e con tanta voglia di imparare. Persone che non abbiano paura di mettersi in gioco, ma che desiderino crescere e diventare parte attiva in un contesto dinamico e stimolante.

LEGGI ANCHE: Borse di studio per il Corso di Perfezionamento “Intelligence e Sicurezza Nazionale

BV TECH insieme all’Università Aldo Moro di Bari per il Career Day

Proprio per questi principi, alle fondamenta della nostra società, noi di BV TECH, annunciamo con immenso piacere ed entusiasmo, la nostra presenza al Career Day, organizzato presso il Dipartimento di Informatica dell’Università Aldo Moro di Bari, il 4 dicembre 2019.

Qui di seguito sono presenti tutte le info riguardanti il programma completo del Career Day, per tutto l’anno 2019, che si svolgerà al Dipartimento di Informatica dell’Università Aldo Moro di Bari.

Qui sotto trovate invece la locandina ufficiale dell’evento comprensivo dell’orario di tutte le attività che si svolgeranno il giorno 4 dicembre e la metodologia di iscrizione all’evento.

Vi aspettiamo!

LEGGI ANCHE: 6ª Conferenza Nazionale sulla Cyber Warfare – “Black and White Cyber Maneuvers Expo”

Career Day

LEGGI ANCHE: ELVITEN, il progetto H2020 per la mobilità elettrica. TBRIDGE protagonista

Read more

BV TECH al seminario di Confindustria su fibra ottica e reti 5 G

Giovedì 17 Ottobre si è svolto, presso la Sala Colombo di Confindustria Genova (Via San Vincenzo 2), il seminario “Infrastrutture con fibra ottica e reti 5G – Opportunità di sviluppo sociale ed economico del territorio”.

BV TECH ha partecipato all’evento con un intervento dell’Ing. Paolo Piccardo sulla tecnologia 5G nello scenario internazionale.

LEGGI ANCHE: Crittografia, BV TECH a Perugia per le Sessioni De Cifris

Confindustria BV TECH

BV TECH interviene all’evento targato Confindustria

L’intervento ha messo in evidenza come nel “prossimo futuro, il 5G sarà al centro della maggior parte delle reti di comunicazione e quindi eventuali criticità nella sicurezza delle reti 5G, peraltro già rilevate da studi supportati dalla Commissione Europea, saranno molto rilevanti”.

Il controllo delle tecnologie digitali sta diventando sempre più un fattore decisivo per le sorti economiche, sociali e politiche di ogni Paese.

LEGGI ANCHE: BV TECH entra a far parte della RTD – Rete d’Imprese per la Trasformazione Digitale

“E’ in atto una corsa globale alla leadership tecnologica, soprattutto di USA e Cina, l’Europa dovrebbe fare in modo di non rimanere indietro”, ha sottolineato Piccardo concludendo il suo intervento.

Obiettivo del seminario, organizzato da Confindustria Liguria, è stato quello di presentare le caratteristiche del supporto a fibre ottiche per le comunicazioni e del nuovo standard 5G, i piani di sviluppo della nuova rete BUL pubblica affidata in concessione da Infratel a Open Fiber, e la potenzialità della rete a supportare servizi su larga scala.

17 Ottobre 2019

Read more

Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Al via il progetto di Cyber Risk Self – Assessment. L’iniziativa promossa da Unindustria, in particolare dalle tre Sezioni IT, Sicurezza e Comunicazioni, è stata presentata dal Dott. Gianfilippo D’Agostino, vicepresidente di Unindustria con delega alla trasformazione digitale, nel corso del Consiglio di Presidenza del 24 settembre.

Obiettivo del progetto è di valutare il livello di sicurezza ed esposizione delle PMI ai rischi cyber, stabilirne i fabbisogni in termini generali e aumentarne consapevolezza e capacità di tutela del patrimonio aziendale.

LEGGI ANCHE: Intelligence e interesse nazionale

iL Cyber Risk per il business dell’impresa

Le PMI sono l’asse portante dell’economia nazionale ed europea, ma possono costituire al contempo un anello debole in termini di sicurezza, attaccabili da più fronti. Con l’aumento dell’uso di strumenti informatici da parte di ogni tipo di PMI, la digitalizzazione dei servizi e dei processi produttivi, si allarga il perimetro di attacco, cresce l’esposizione ai rischi informatici ed al cyber risk e diventa essenziale per ogni azienda garantire adeguati livelli di sicurezza informatica.

Da qui risulta necessario ed urgente, al fine di salvaguardare il business dell’impresa, il know-how, la reputazione, i servizi digitali e la sicurezza dei dati dei propri Clienti, avere piena consapevolezza del livello attuale di cybersecurity della propria azienda, al fine di poter raggiungere un livello di protezione adeguato ed in linea con gli standard internazionali.

Il gruppo di lavoro è stato aperto e coordinato da Poste italiane, che ha lavorato con aziende e università, ottenendo la “collaborazione scientifica” del Laboratorio nazionale di Cybersecurity del CINI oltre che del Campus Biomedico di Roma. Hanno poi contribuito alla realizzazione del progetto anche altre aziende associate ad Unindustria, quali: ENEL, TIM, Almaviva, BT, GFX, Teleconsys, Tecnologie e Comunicazioni – Automatic Control.

Cyber Risk

Le 3 fasi

L’attività principale ad oggi è stata nella predisposizione e nella diffusione di uno strumento di autovalutazione per le imprese. Ma l’approccio utilizzato nella metodologia di analisi si compone di 3 fasi operative:

  1. CYBER SECURITY SURVEY:

compilazione di una checklist a cura della PMI, in modalità anonima

  1. CLUSTERING E VALUTAZIONE STATO DI SICUREZZA:

categorizzazione in tre livelli di maturità e valutazione del livello di rischio (critico – sensibile ma non organizzato – avanzato) della PMI  tramite l’analisi dei risultati della survey, con risultato immediato in modalità «risk radar»

  1. ANALISI DEI DATI E ACTION PLAN:

analisi dei dati e focalizzazione sulle problematiche delle PMI, al fine di fornire supporto e piani di intervento mirati, volti a innalzarne il livello di sicurezza.

Il test è stato somministrato ad un campione 117 di aziende delle tre sezioni di Unindustria (IT, Sicurezza e Comunicazioni) che hanno lavorato alla predisposizione del questionario, per verificare una prima efficacia.

La “risposta” è stata positiva e l’obiettivo ora è quello di estendere la compilazione del test anche agli altri associati, e valutare la possibilità di somministrarlo anche all’esterno.

LEGGI ANCHE: Don’t hack the future: una sfida per la politica

Il dato che emerge nelle quattro tipologie di dimensioni aziendali (micro impresa – piccola impresa – media impresa – grande impresa) è che il livello di sicurezza cresce all’aumentare della dimensione aziendale e contestualmente all’aumentare della dimensione dell’azienda diminuisce la variabilità, ovvero mentre nelle microimprese ci sono sia aziende estremamente a rischio che estremamente tutelate, nelle grandi imprese il range di sicurezza è 59-97% (più stabile e quindi meno variabile).

La microimpresa dimostra di avere un importante gap rispetto alle imprese di grandi dimensioni, che risultano essere più mature in termini di sicurezza al rischi cyber.

16 ottobre 2019

Read more

Crittografia, BV TECH a Perugia per le Sessioni De Cifris

Si tiene oggi a Perugia una nuova sessione dell’associazione nazionale di crittografia De Componendis Cifris.

LEGGI ANCHE: ITASEC 2020, BV TECH presenta il progetto di Ricerca “Suite prodotti CyberSecurity e SOC”

L’evento fa parte di una serie di incontri territoriali patrocinati dall’associazione e si propone di offrire una panoramica sulle attività di ricerca nel Centro e nel Sud Italia, riguardanti la Crittografia e le sue applicazioni. Si tratta del secondo incontro territoriale, il primo, infatti, analogo per il Nord Italia, si è svolto a Torino il 14 ottobre.

LEGGI ANCHE: BV TECH, adesso siamo su Medium

Crittografia

La Crittografia per unire il mondo accademico e quello aziendale

Anche BV TECH, con un intervento dell’Ing. Vincenzo Mafrica, parteciperà all’iniziativa di aggregazione delle competenze di Crittografia che vuole stimolare la collaborazione in ambito crittografico, coinvolgendo sia le numerose eccellenze accademiche presenti in Italia, sia il mondo delle aziende che operano nel settore.

LEGGI ANCHE: Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di TBRIDGE al CSEE’18 di Budapest

Qui di seguito è possibile consultare la sezione del sito ufficiale dell’associazione nazionale, dove sono presenti tutte le info riguardanti la programmazione e la metodologia di iscrizione per poter partecipare all’evento.

16 Ottobre 2019

Read more

Cybersecurity, BV TECH partner del Centro di Competenza Cyber 4.0

BV TECH è tra i partner del Competence Center Cyber 4.0 di Roma, uno degli 8 “Centri di competenza ad alta specializzazione” previsti dal Piano nazionale Industria 4.0, costituiti secondo il modello di partenariato pubblico-privato.

Un polo di orientamento e formazione finalizzato alla realizzazione da parte delle imprese fruitrici, in particolare delle PMI, di nuovi prodotti, processi o servizi tramite lo sviluppo e l’adozione di tecnologie avanzate in ambito Industria 4.0, nell’area tematica della Cybersecurity.

I pilastri della Cybersecurity

La struttura del CC è formata da un nucleo centrale Cyber Security Core (a coordinamento Sapienza-Luiss) e tre pilastri Spazio (coord.  Sapienza), eHealth (coord. Tor Vergata), Automotive (coord. Roma Tre).

Ognuno di questi domini erogherà Servizi di Orientamento alle Imprese, Servizi di Formazione e realizzazione di progetti di Innovazione tecnologica e ricerca, in ambito Industria 4.0 nell’area tematica della Cybersecurity.

LEGGI ANCHE: TBridge al TRA ‘18 di Vienna

Il CC cyber 4.0 aggrega 10 organismi pubblici di ricerca e 37 soggetti privati, che includono grandi imprese, PMI e Fondazioni, così da garantire tutte le competenze adeguate in termini di orientamento, formazione, ricerca e innovazione.

Cybersecurity

Coinvolte le principali Università italiane

Capofila del progetto è l’Università La Sapienza e coinvolge altre strutture come Università di Tor Vergata, Università Roma 3, LUISS, Università della Tuscia, Università di Cassino, Università de L’Aquila, CNR, INAIL, ISS.  Tra i soggetti privati, 37 aziende partner, tra cui Leonardo, Poste Italiane, BV TECH, Thales. Telespazio, Selta, Cy4gate, Sogei.

Il Presidente Raffaele Boccardo fa parte del consiglio di gestione dell’Associazione Cyber 4.0, il soggetto gestore del CC, che nel perseguimento dei propri scopi è preposto a:

  1. promuovere, presentare e realizzare progetti di ricerca
  2. realizzare e sostenere attività di formazione, orientamento, informazione, studio e ricerca 
  3. svolgere, con l’osservanza delle modalità di legge, attività di raccolta fondi
  4. attivare collaborazioni e stipulare contratti, convenzioni e, comunque, accordi
  5. stipulare con la Comunità Europea ed altri Enti Internazionali, Ministeri, Regioni, Enti e Società convenzioni
  6. sostenere, direttamente o indirettamente, la progettazione, la realizzazione e lo sviluppo di progetti ed iniziative di interesse generale
  7. fungere da centro di raccolta e diffusione di informazioni e proposte tecniche, nell’interesse dei soci e dei potenziali utilizzatori[omissis];
  8. attrarre e formare personale, anche attraverso la progettazione e realizzazione di prodotti, servizi e programmi di formazione superiore
  9. promuovere l’immagine dei soci in ambito nazionale ed internazionale
  10. realizzare, gestire, affittare, assumere il possesso a qualsiasi titolo, acquistare beni mobili e immobili, impianti e attrezzature e materiali
  11. essere titolare e/o licenziataria di marchi, brevetti e privative industriali;
  12. svolgere qualsiasi altra attività strumentale, accessoria o connessa agli scopi;
  13. supportare le attività di policy-making a livello nazionale, collaborando con i ministeri competenti nel settore della Cybersecurity .

Il costo complessivo per la creazione e gestione del CC, che avrà una durata di 36 mesi salvo eventuali estensioni, è di euro 15 milioni, di cui 9 milioni per le attività di funzionamento, disseminazione, management, orientamento e formazione previste nell’ambito del CC e 6 milioni per l’implementazione di 15 progetti di R&S e innovazione.

LEGGI ANCHE: LetsGoElectric, il contest fotografico di Elviten

Oltre a questo ci sono i finanziamenti da parte dei partner, conferiti in parte in fondi e in parte in tecnologie per garantire una rapida operatività.

23 Settembre 2019

Read more

Quinto posto al mondiale di Cybersecurity per i mHackeroni

La nazionale italiana di hacker etici, i “mHackeroni”, si è classificata al quinto posto al Mondiale della sicurezza informatica (Def Con CTF) e al primo posto tra i team europei. Vincitori della competizione, per il settimo anno consecutivo, gli americani dell’Università di Pittsburgh, a seguire le nazionali di Taiwan, Cina e Corea del Sud.ù

LEGGI ANCHE: BV TECH entra a far parte della RTD – Rete d’Imprese per la Trasformazione Digitale

Dopo tre giorni di sfide informatiche tra sedici gruppi qualificati a livello mondiale, i più talentuosi di ogni continente, si è conclusa l’11 agosto scorso la 27esima edizione del Def Con, a Las Vegas. Si tratta del mondiale per hacker più prestigioso e famoso al mondo, anche citato da numerosi film e serie tv tra cui X-Files, The Signal e Mr. Robot.

Cybersecurity
La Nazionale italiana di hacker conquista il quinto posto ai Mondiali di cybersecurity

Un’eccellenza italiano nel campo Cybersecurity

La nostra nazionale di hacker etici si conferma un’eccellenza internazionale, primi a livello europeo e quinti a livello mondiale, guadagnando due posizioni rispetto allo scorso anno sulla classifica mondiale. Il team dei mHackeroni nasce dall’unione delle cinque migliori squadre italiane ed è formato da 40 ragazzi tra i migliori studenti e ricercatori in cybersecurity – le principali Università rappresentate includono La Sapienza, il Politecnico di Milano, Ca’ Foscari di Venezia. Nel team anche i ragazzi dei Cyberdefender, la squadra voluta dal Laboratorio nazionale di cybersecurity del Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica.

LEGGI ANCHE: Encomi agli Ingegneri BV TECH dallo Stato Maggiore Della Difesa

La Nazionale italiana di hacker conquista il quinto posto ai Mondiali di cybersecurity

E’ un onore e motivo di orgoglio per il Gruppo BV Tech essere sponsor e partner della squadra Nazionale di cybersecurity. Altresì siamo particolarmente felici del contributo alla formazione di giovani cybercampioni da parte delle principali Università partner coinvolte tra cui la scuola del Prof. Zanero al Politecnico di Milano fondatore di Secure Network.

(Fonte immagini: Facebook)

Read more

BV TECH entra a far parte della RTD – Rete d’Imprese per la Trasformazione Digitale

E’ nata il 10 settembre 2018 la Rete d’Imprese per la Trasformazione Digitale.

La grande sfida che ci poniamo è di accompagnare le Imprese italiane e le Pubbliche Amministrazioni nell’era digitale.

La nostra ambizione è quella di assumere un ruolo leader nel panorama nazionale a supporto delle Aziende italiane e della PA, offrendo strumenti e competenze per la trasformazione digitale dei processi di business.

La Rete d’Imprese per la Trasformazione Digitale

La Rete è tutta italiana, costituitasi su iniziativa di Olivetti, ed è formata da 11 Imprese, in gran parte PMI: AizoOn, BV TECH, FabbricaDigitale, Idea IT, Integris, Netgroup, Regola, Servizi Speciali, Sistemia, Webgenesys.

LEGGI ANCHE: ITASEC18: BV TECH Partner della conferenza

La Rete d’Imprese per la Trasformazione Digitale copre l’intero territorio nazionale grazie alla presenza capillare delle sue Imprese, fortemente radicate nel territorio e con competenze eterogenee in grado di rispondere ad ogni esigenza per la Trasformazione Digitale.

La Rete d’Imprese per la Trasformazione Digitale

Una digitalizzazione necessaria

Essere Digitali è ormai un must, una dimensione indispensabile per le Aziende che devono competere sul mercato ma anche, e forse ancor di più, per le Pubbliche Amministrazioni che non solo devono innovarsi ma principalmente adeguarsi per dialogare e fornire i servizi ai cittadini con modalità nuove, semplici e digitali.

LEGGI ANCHE: Rilevanza della Partnership Pubblico-Privato nell’ambito della Cybersecurity

Trasferire in Cloud e virtualizzare soluzioni aziendali, e/o rivederle in una nuova dimensione Full-Digital, utilizzare la BI sui propri dati, raccogliere e gestire Big-Data ed estrarre insights che forniscano un vantaggio competitivo sul proprio mercato, dotarsi di ambiente Industry 4.0 che permetta di coniugare efficienza e benefici fiscali, passare da una manutenzione ripetitiva o su guasto ad una predittiva riducendo significativamente costi e fermi produttivi sono solo alcune delle capacità e competenze che la Rete è in grado di offrire con l’impegno delle tecnologie best of breed.

Visita il sito: http://www.retetrasformazionedigitale.it/

Read more

T Bridge al TRA ‘18 di Vienna

Presentata nell’ambito della 7th Transport Research Arena TRA ‘18 di Vienna (https://www.traconference.eu/) la ricerca di TBridge relativa al progetto europeo Rumobil.

Una partecipazione, quella degli esperti di T Bridge, molto significativa poiché il TRA di Vienna è una delle più importanti manifestazioni europee nel campo dei trasporti.

LEGGI ANCHE: La rilevanza strategica delle tecnologie di cybersecurity nazionali

T Bridge TRA 2018

T Bridge di nuovo protagonista

Dopo la Conferenza di Budapest, la società del Gruppo BV TECH è stata dunque tra i protagonisti anche a Vienna, sempre con il progetto Rumobil, affiancando gli altri partner europei.

Un apporto rilevante e una presenza che conferma il ruolo di T Bridge sulla scena internazionale come punto di riferimento per rispondere alla sfida tecnologica di una mobilità smart e per proporre approcci innovativi per il trasporto pubblico. Tema della conferenza: “Un’era digitale per il trasporto – soluzioni per società, economia, ambiente”.

LEGGI ANCHE: BV TECH e Politecnico di Milano

Per quattro giorni, dal 16 al 19 Aprile, Vienna è stata la capitale della ricerca europea sui trasporti: T Bridge è stata chiamata a portarvi il proprio contributo di idee, competenze, know how. Un contributo di qualità che accredita l’azienda italiana tra i maggiori interlocutori in Europa nell’innovazione per i trasporti del futuro.

Read more
alt="encomi per l'asa Spazio, Difesa e Sicurezza dello Stato del Gruppo BV TECH"

BV TECH, Encomi agli Ingegneri dallo Stato Maggiore Della Difesa

L’apprezzamento per BV TECH da parte delle diverse realtà presso le quali operano i consulenti del Gruppo è elevato e tangibile. Spicca tra le manifestazioni di stima il plauso dello Stato Maggiore della Difesa.

Il Brig. Gen. Salvatore Vergari ha personalmente sottoscritto due encomi molto significativi sull’attività di due ingegneri del Gruppo attivi presso il Centro Stipendiale Interforze. Marco Grimaldi e Domenico Blasio sono destinatari di un riconoscimento importante, che sottolinea non solo le loro competenze professionali ma anche le loro qualità morali e di carattere.

LEGGI ANCHE: Cybersecurity, parla un esperto: l’Italia sviluppi tecnologie nazionali

BV TECH Stato Maggiore della Difesa

I due ingegneri BV TECH e l’omaggio dello Stato Maggiore Della Difesa

Grimaldi è ingegnere in telecomunicazioni. Di lui si evidenzia il senso di responsabilità e l’affidabilità, nonché l’efficienza nel delicato ruolo svolto nell’ambito della Banca Dati in occasione dell’avvio del processo di digitalizzazione del complesso sistema stipendiale delle Forze Armate.

Dell’ingegner Blasio viene sottolineata la capacità di affrontare con successo le problematiche quotidiane suggerendo soluzioni adeguate alle specifiche esigenze e introducendo innovazioni tecnologiche con particolare accortezza e perspicacia.

LEGGI ANCHE: Workshop alla Sloan School of Management del MIT

BV TECH, come rende noto Saverio Friuli, responsabile dell’Area Strategica d’Affari Spazio, Difesa e Sicurezza dello Stato, è orgogliosa dell’apprezzamento riservato ai suoi due ingegneri. Una ammirazione che si riflette in modo positivo su tutto il Gruppo rafforzandone la coesione e migliorandone l’immagine.

Read more
alt="rumobil interreg project"

Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di T BRIDGE al CSEE’18 di Budapest

Dalla smart city alla smart land: le nuove tecnologie superano i confini urbani per coinvolgere le aree circostanti. Il progetto RUMOBIL, finanziato dall’Unione Europea, risponde alla sfida di una mobilità smart anche nelle aree periferiche, attraverso la collaborazione internazionale tra istituzioni e aziende di trasporto pubblico.

Il progetto propone alle Regioni dell’Europa Centrale approcci innovativi per il trasporto pubblico: strategie basate sull’analisi delle best practices, sulle competenze e sulle idee dei partner del progetto e degli stakeholder coinvolti, e sull’esperienza degli utenti.

Sono stati elaborati documenti di lavoro incentrati sui diversi aspetti delle politiche di trasporto pubblico, e in grado di anticipare l’evolversi della domanda nei prossimi anni.

LEGGI ANCHE: BV TECH è l’azionista di riferimento di Defenx

RUMOBIL

L’operato di T Bridge

T Bridge, società del Gruppo BV TECH e partner del progetto, ha prodotto un rapporto sulle applicazioni IoT nel campo della smart mobility che rappresenta un importante punto di riferimento: il documento offre un inquadramento generale dello stato dell’arte, focalizzandosi sui diversi ambiti della smart city e della smart land.

Il paper è stato accettato per la pubblicazione negli atti del “3rd World Congress on Civil, Structural, and Environmental Engineering (CSEE’18)” e sarà presentato il prossimo 10 aprile dagli esperti di TBridge nel corso della “3rd International Conference on Traffic Engineering (ICTE’18)” che si svolgerà a Budapest (https://teconference.com/).

I principali step del progetto sono le azioni pilota, l’elaborazione di una strategia RUMOBIL e le decisioni politiche per attuarla nelle otto Regioni partner, attraverso un miglioramento dei loro piani di mobilità.

LEGGI ANCHE: A Grosseto il Meeting BV TECH

Le azioni pilota consentono di testare una serie di applicazioni innovative durante un periodo di 12-18 mesi, grazie alle quali le aree periferiche, generalmente penalizzate da un’offerta di servizi limitata, possono essere meglio collegate ai principali nodi di trasporto.

Il Progetto RUMOBIL

  • Mobilità rurale nelle Regioni Europee caratterizzate da cambiamenti demografici
  • Programma: Interreg
  • Sito Progetto: http://www.interreg-central.eu/Content.Node/rumobil.html
  • Partner Coordinatore: Ministero Sviluppo Regionale e Trasporto Saxony-Anhalt
  • Ruolo di TBRIDGE: Coordinamento tecnico nell’elaborazione della strategia RUMOBIL e sua implementazione nelle aree pilota.

PARTNER DEL PROGETTO

  • Ministry for Regional Development and Transport of Saxony-Anhalt (DE) (Lead Partner)
  • Mazowieckie Voivodeship (PL)
  • HŽ Passenger Transport Limited Liability Company (HR)
  • Vysočina Region (CZ)
  • JIKORD s.r.o. (CZ)
  • The Institute of Technology and Business in České Budějovice (CZ)
  • T Bridge S.p.A (IT)
  • Agency for mobility and local public transport Modena S.p.A. (IT)
  • University of Žilina (SK)
  • Žilina self–governing region (SK)
  • Self-government of Szabolcs-Szatmár-Bereg County (HU)
  • Municipality of Nagykálló (HU)

DURATA DEL PROGETTO
Il Progetto è iniziato in data 01.06.2016 e terminerà il 31.05.2019.

Read more
alt="immagine del progetto elviten"

T BRIDGE protagonista in ELVITEN, il progetto H2020 per la mobilità elettrica

Il progetto ELVITEN (Electrified L-category Vehicles Integrated into Transport and Electricity Networks) riconosce il futuro della mobilità urbana nella diffusione dei veicoli elettrici (EL-V): finanziato dal programma europeo Horizon 2020 per la Ricerca e l’Innovazione, si pone l’obiettivo di dimostrare come i veicoli elettrici leggeri (EL-V) possono essere integrati con successo nelle aree urbane, aumentandone l’attrattività per gli utenti che ne sperimenteranno i vantaggi.

Sei le città europee coinvolte nella fase di dimostrazione (Bari, Berlino, Genova, Malaga, Roma, Trikala), ciascuna con una caratteristica flotta di EL-V e specifiche infrastrutture, problemi di mobilità, e politiche. T Bridge, società del Gruppo BV TECH, è partner del progetto, insieme ad altri 21 partecipanti di diversi Paesi europei.

LEGGI ANCHE: La Rilevanza della Partnership Pubblico-Privato nell’ambito della Cybersecurity

Elviten T bridge

Gli Obiettivi ELVITEN

Avviato nel 2017, ELVITEN affronta le criticità e gli ostacoli che si interpongono alla piena adozione dei veicoli elettrici per gli spostamenti in area urbana di viaggiatori, occasionali e pendolari, e di operatori dei servizi di consegna.

Il progetto sperimenta soluzioni in grado di incentivare l’impiego di veicoli elettrici, sia di proprietà che in condivisione:

  • dimostrare i vantaggi dell’utilizzo di veicoli elettrici nelle sei città europee;
  • integrare le stazioni di ricarica esistenti in un’ampia e aperta piattaforma per gli utenti;
  • incentivare l’utilizzo dei veicoli elettrici leggeri per spostamenti urbani occasionali e sistematici attraverso strumenti di facile accesso;
  • analizzare i viaggi e i dati degli utilizzatori al fine di rendere disponibili raccomandazioni per le autorità pubbliche di altre città europee.

T Bridge è protagonista

T Bridge è impegnata sul progetto con un ruolo di rilievo, quale coordinatore e responsabile dello sviluppo delle attività per dotare le sperimentazioni di una Piattaforma che permetta la comunicazione tra le soluzioni e l’accesso agli utilizzatori in una logica integrata. Gli utenti delle sei città sede delle dimostrazioni potranno, attraverso la piattaforma, usufruire dei servizi ELVITEN tramite applicazioni per dispositivi mobili e fisse per la prenotazione dei punti di ricarica, la gestione del rooming dell’energia elettrica, la prenotazione dei servizi di sharing, l’utilizzo dei veicoli elettrici forniti appositamente per il progetto.

T Bridge nel corso del progetto sviluppa una APP per gestire i comportamenti virtuosi degli utilizzatori, registrare i servizi e un sistema di ricompensa degli utenti tramite un “Sistema Incentivi” studiato appositamente per il progetto, che in prospettiva potrà essere aperto e integrare altri servizi in una logica premiante per i cittadini delle Smart Cities.

LEGGI ANCHE: BV TECH punta sulla Ricerca. Ecco i nostri Progetti

T Bridge, inoltre, contribuirà alla definizione della metodologia e all’implementazione della sperimentazione pilota nella città di Genova.

Il progetto prevede un’analisi costi-benefici degli interventi necessari alla piena adozione delle soluzioni sperimentate, suggerendo modelli di business sostenibili per la condivisione, il noleggio, la sosta e la ricarica di EL-Vs e la diffusione dei sistemi ICT a supporto.

Informazioni dettagliate su ELVITEN sono disponibili sul sito ufficiale https://www.elviten-project.eu/en/.

Nome del progetto: Electrified L-category Vehicles Integrated into Transport and Electricity Networks

  • Data di inizio: 1 Novembre 2017
  • Durata del progetto: 36 mesi
  • Costo complessivo: EUR 9.5 milioni
  • Contributo UE: EUR 7.8 milioni
  • Partner: 21
  • Coordinatore del progetto: Angelos Amditis (ICCS)
Read more
alt="I progettti per la ricerca e sviluppo di BV TECH"

BV TECH punta sulla Ricerca. Ecco i nostri Progetti

Il settore Ricerca & Sviluppo è considerato da BV TECH un fattore competitivo fondamentale.

Il Gruppo collabora per questa attività con Università e Centri di Ricerca prestigiosi: è membro del Consorzio Milano Ricerche , è soggetto fondatore e membro del Polo di Innovazione per le Tecnologie della Salute e dell’Interdisciplinary Consortium for Improving Critical Infrastructure Cybersecurity (IC)3 presso la Sloan School of Management del MIT.

BV TECH investe in media ogni anno oltre il 5% dei ricavi in attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e acquisto di tecnologie innovative. Partecipa inoltre a programmi regionali, nazionali e comunitari per lo studio e lo sviluppo di piattaforme tecnologiche innovative nelle aree di eHealth, Security, Smart Cities and Government, Transport and Logistics.

LEGGI ANCHE: Don’t hack the future: una sfida per la politica

I progetti cardine di BV TECH

Tra i numerosi ed importanti progetti in corso, citiamo quelli avviati più di recente:

  • ELVITEN (Electrified L- category Vehicles Integrated into Transport and Electricity Networks), avviato nel 2017, di cui è partner TBridge, per lo studio delle barriere che si interpongono all’adozione dei veicoli elettrici (EL-Vs) per gli spostamenti in area urbana e la sperimentazione di soluzioni in grado di incentivarne l’impiego;
  • ADIUVANT (ADvanced Ict cloUd based and Virtualized plAtform for INTegrated and personalized medicine), avviato quest’anno e coordinato da BV TECH, per l’ideazione e sperimentazione di una piattaforma tecnologica di servizi per la gestione delle cronicità con specifico riferimento alle patologie croniche a forte impatto sociale: cardiovascolari, neurologiche e pneumologiche;
  • MATE (Multifunction Assistant for liTtle kids and the Elderly), che ha come partner Progesi e come obiettivo la creazione di un cinturino multiuso intelligente, programmabile a distanza, a supporto delle necessità della vita quotidiana delle fasce deboli della popolazione (anziani, bambini, persone ammalate);
  • NET4HEALTH (NETwork FOR HEALTH management), avviato nel 2017, coordinato da TBridge, per la realizzazione di una piattaforma informatica di supporto per i pazienti affetti da cronicità tipiche dell’anziano (scompenso cardiaco) e del malato oncologico: il progetto mira a velocizzare e incrementare l’efficacia dei trattamenti terapeutici eseguiti nella fase di deospedalizzazione, agendo con tecnologie digitali sulla ottimizzazione dei flussi di lavoro e sulla armonizzazione delle attività che coinvolgono le strutture sanitarie e socio assistenziali disperse sul territorio.
Read more
Cybersecurity alt="il convegno con il Presidente del gruppo BV TECH, Raffaele Boccardo, sulla cybersecurity presso l'associazione Ca' Foscari Alumni"

Cybersecurity: Last Call. Il video del convegno

E’ disponibile, e quindi pubblichiamo, il video del convegno Cybersecurity: Last Call, tenutosi a Mestre il 25 gennaio scorso e organizzato da BV TECH in collaborazione con l’Associazione CaFoscari Alumni. E’ possibile seguire gli interventi di tutti i relatori, tra cui quello del Rettore dell’Università Ca’ Foscari, Michele Bugliesi, e del Presidente e CEO di BV TECH, Raffaele Boccardo, promotore dell’evento.

LEGGI ANCHE: Cybersecurity: LAST CALL

Cybersecurity

L’importanza della Cybersecurity

Il tema è di grande attualità: il Rettore Bugliesi ha parlato di necessaria partnership tra Università e Imprese sul fronte della sicurezza dei dati, mentre l’Ing. Boccardo ha messo in luce il complesso rapporto tra “un dominio digitale così fantasticamente aperto” e la sua vulnerabilità con i rischi che essa comporta per ciascuno di noi, per il sistema economico, per la stessa sicurezza nazionale.

LEGGI ANCHE: 6ª Conferenza Nazionale sulla Cyber Warfare – “Black and White Cyber Maneuvers Expo”

Un convegno che segna una tappa importante per la conoscenza e la consapevolezza a tutti i livelli rispetto al tema della Cybersecurity e degli effetti positivi che ha su una società sempre più a rischio, ed esposta,a livello digitale, e non solo.

LEGGI ANCHE: BV TECH supporta il Corso di perfezionamento in “Intelligence e sicurezza nazionale”

Read more
alt="ITASEC18 BV TECH partner della conferenza"

ITASEC18: BV TECH PARTNER DELLA CONFERENZA

BV TECH è partner della Conferenza Italiana sulla Cybersecurity ITASEC18, che si sta svolgendo in questi giorni a Milano nella sede del Politecnico. 

L’evento promuove la collaborazione tra ricercatori e professionisti del mondo accademico, industriale e istituzionale nel campo sempre più strategico e cruciale della sicurezza informatica.

ITASEC18 BV TECH

BV TECH co-sponsor ITASEC18

Dopo il convegno Cyber Security: Last Call svoltosi lo scorso 25 gennaio a Mestre, voluto da BV TECH in collaborazione con Ca’ Foscari Alumni, che ha visto la partecipazione in qualità di relatore del Presidente del Gruppo, Raffaele Boccardo, accanto al Rettore di Ca’ Foscari Michele Bugliesi, ai professori Stefano Zanero del Politecnico di Milano e Riccardo Focardi dell’Università Ca’ Foscari e all’Avvocato Stefano Mele, esperto di Diritto delle Tecnologie, Privacy, Sicurezza ed Intelligence, ora BV TECH è co-sponsor di questa importante iniziativa internazionale.

Tra i relatori spiccano ancora Stefano Zanero e Riccardo Focardi. Nell’ambito della Cybersecurity BV TECH è tra i soci fondatori dell’Interdisciplinary Consortium for Improving Critical Infrastructure Cybersecurity istituito dal Massachusetts Institute of Technology – MIT Sloan School of Management.

LEGGI ANCHE: T Bridge sul “Journal of Traffic and Transportation Engineering”

Prosegue l’impegno di BV TECH per promuovere lo sviluppo di una cultura diffusa della Cybersecurity, della capacità di produrre tecnologia made in Italy, di un livello di formazione avanzata teorica e sperimentale (learn by doing), di un dialogo aperto e paritario tra esponenti delle istituzioni con il settore privato e l’accademia.

Read more
alt="il Convegno con il Presidente del Gruppo BV TECH, Raffaele Boccardo, sulla cybersecurity per l'associazione Ca' Foscari Alumni"

Cybersecurity: LAST CALL

Il tema Cybersecurity è al centro del dibattito non solo tecnologico ma anche economico e politico. La protezione dei sistemi informatici è essenziale per la sicurezza delle Imprese, delle Istituzioni, dei Governi. Ma anche per la sicurezza dei nostri dati personali.

Perché l’urgenza Cybersecurity?

Siamo vulnerabili. E siamo già in ritardo: lo dimostrano gli attacchi più volte messi a segno: è L’ULTIMA CHIAMATA. È urgente intervenire. Serve consapevolezza del rischio. Serve capire l’urgenza di difendere la nostra società e la nostra vita quotidiana.

LEGGI ANCHE: Il portafoglio BV TECH si amplia con Magicom

Cybersecurity BV TECH

Il PROGRAMMA

DOVE:Auditorium Edificio Alfa – Campus Scientifico, Via Torino 155, Mestre (VE)
QUANDO: 25 gennaio 2018

9.45 | Welcome Coffee

10.00 | Avvio lavori Michele Bugliesi (Rettore, Università Ca’ Foscari)

10.30 | Raffaele Boccardo (Presidente e Amm. Delegato BV TECH)
Cybersecurity – Scenario nazionale e internazionale: quale strategia per il Sistema Paese

11.00 | Stefano Zanero (Professore Associato, Politecnico di Milano)
IoT e Industria 4.0,  Evoluzione delle minacce e adeguamento delle difese

11.30 | Coffe Break

12.00 | Stefano Mele (Avvocato, Studio Carnelutti)
Il quadro normativo – Direttiva NIS, GDPR e Framework nazionale

12.30 | Riccardo Focardi (Professore ordinario, Ca’ Foscari di Venezia)
Cyber Security – Formazione e nuovi profilli professionali

SESSIONE Q&A – Tavola rotonda

Modera Daniele Lepido (Bloomberg)

Read more
alt="Il presidente del gruppo BV TECH Raffaele Boccardo al meeting annuale dell'azienda"

BV TECH, a Grosseto il Meeting annuale

BV TECH ha scelto la Principina di Grosseto, nel cuore della Maremma, per l’Annual Meeting 2017, dove si è vista anche l’onorevole presenza del Presidente Boccardo.

Due giorni di confronto su obiettivi e strategie della famiglia BV TECH ha visto la partecipazione del management e dei collaboratori nelle giornate del 15 e 16 dicembre scorso. L’evento è stato progettato prevedendo la presentazione dei risultati, dei progetti, degli indirizzi e delle linee guida.

Raffaele Boccardo BV TECH

Il presidente Boccardo di BV TECH in prima linea

Il Presidente Raffaele Boccardo nel corso dei lavori ha dato ampio spazio alla libera discussione e agli interventi soprattutto di giovani collaboratori, favorendo la comunicazione e rafforzando il sentimento di appartenenza ad una organizzazione ambiziosa ma partecipata.

Spazio alla convivialità nella serata di venerdì 15 dicembre, anche in vista delle festività, per dare una marcia in più ai momenti di lavoro comune. Collaboratori e responsabili aziendali che, per motivi anche geografici raramente hanno l’occasione di incontrarsi, hanno festeggiato e poi lavorato fianco a fianco.

Ad aprire e chiudere la due giorni sono state le dichiarazioni del Presidente Boccardo, sempre in dialogo con la platea. Focus sulla necessità di consolidare il primato qualitativo dell’offerta BV TECH ma con finalità alte, nell’ottica di dare un contributo alla crescita dell’umanità. L’ispirazione è venuta dalle parole dell’Ad di Apple Tim Cook pronunciate in un video che Boccardo ha voluto proiettare in sala.

LEGGI ANCHE: Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di T BRIDGE al CSEE’18 di Budapest

Nuove e più frequenti occasioni di confronto saranno organizzate nel corso del 2018, su temi specifici e con il coinvolgimento di tutte le componenti aziendali.

Read more
alt="Il Gruppo BV TECH acquisisce MAGICOM Ingegneria"

Il portafoglio BV TECH si amplia con Magicom

L’Area Strategica di Affari Difesa, Spazio e Sicurezza dello Stato di BV TECH ha avviato da oltre un anno una profonda ristrutturazione del proprio modello di business. Tra gli obiettivi strategici vi è la costruzione di un ampio ed efficace “portafoglio prodotti e servizi” da offrire ai propri clienti istituzionali.

Si inquadra in quest’ottica l’acquisizione, avvenuta a metà 2017, della Magicom Ingegneria, società che opera da più di vent’anni nel campo dell’elaborazione progettuale edile, dell’impiantistica e delle infrastrutture ICT e building e che da qualche anno ha ampliato le sue attività con realizzazioni nei settori edilizia e impiantistica.

LEGGI ANCHE: T BRIDGE protagonista in ELVITEN, il progetto H2020 per la mobilità elettrica

Magicom Engineering

Le competenze di Magicom

Formata da un team di professionisti con spiccata capacità gestionale di progetti complessi e tecnologicamente innovativi per primari Enti pubblici, privati e per grandi aziende nazionali, Magicom si distingue per la qualità dell’accompagnamento dei propri clienti in tutto l’arco di vita del progetto: dallo studio di fattibilità, alla direzione, fino alla sua completa realizzazione.

Le principali attività di Ingegneria di Magicom riguardano la progettazione e il coordinamento in materia di sicurezza e salute per i programmi del Ministero di Giustizia (Amministrazione Penitenziaria), del Ministero dell’Economia e delle Finanze (SOGEI) e del Ministero della Difesa (Teledife, DAT, COI, UFAULAV). Numerose anche le attività installative svolte per clienti istituzionali e privati: impianti elettrici e di automazione, impianti trasmissione dati ed elettrico, installazione e certificazione reti in fibra ottica, adeguamento strutture didattiche, Lan classificate.

Le competenze di Magicom sono complementari a quelle delle altre società del gruppo, in particolare PROGESI, e fortemente sinergiche tra loro.

Read more

Neologic entra nella famiglia BV TECH

BV TECH prosegue nel suo percorso di rafforzamento delle competenze relative ai domini applicativi dei propri clienti e nell’ampliamento del portafoglio di offerta grazie a Neologic.

La newco Neologic è formata da professionisti con ventennale esperienza nel campo della Giustizia. Un settore nel quale il gruppo BV TECH è già  presente con un’ampia offerta di servizi di assistenza ai Tribunali.

LEGGI ANCHE: ITASEC 2020, BV TECH presenta il progetto di Ricerca “Suite prodotti CyberSecurity e SOC”

Medium Neologic

Neologic, il valore aggiunto

Ora la gamma può essere ulteriormente estesa grazie all’azienda ed alla sua profonda conoscenza del contesto applicativo, in particolare dell’area del processo penale.

LEGGI ANCHE: Quinto posto al mondiale di Cybersecurity per i mHackeroni

Sempre ai penalisti si rivolgerà, almeno inizialmente, il prodotto Spotlight offerto da Neologic per la  gestione efficace del fascicolo penale. Il prodotto è già in linea con tutti gli adempimenti imposti ai professionisti dal nuovo nuovo GDPR (General Data Protection Regulation).

Qui di seguito avete la possibilità di consultare tutte le informazioni riguardanti l’azienda ed i loro prodotti e servizi a disposizione del cliente, con relative complete delucidazioni ed illustrazioni sulla loro offerta, in continuo aggiornamento.

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Read more
Intelligence Defenx Cybersecurity

BV TECH è l’azionista di riferimento di Defenx

Al mese di maggio 2017, BV TECH possiede n. 3.480.388 azioni della Società DEFENX PLC, risultando l’azionista di riferimento.

La società, fondata nel 2009, nel corso degli anni ha ottenuto ottimi risultati, che nel 2015 l’hanno resa quotata al Mercato AIM di Londra.

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Intelligence

Cosa offre Defenx?

Defenx è un’azienda che, crescendo rapidamente e con profitto, si occupa di software per la sicurezza, offrendo un’ampia gamma prodotti per device mobili, PC e per la sicurezza di rete.

I loro servizi targati operano infatti sui sistemi operativi di Windows, mac, iOS e Android, e inoltre, hanno sviluppato soluzioni per lavorare con la tecnologia Cloud.

LEGGI ANCHE: Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di T BRIDGE al CSEE’18 di Budapest

Il posizionamento dei loro prodotti è competitivo sia dal punto di vista del prezzo, sia per la completezza delle funzionalità, accompagnate da una notevole efficienza di esecuzione in termini di risorse macchina richieste.

Qui di seguito è possibile consultare il sito ufficiale di Defenx ed avere una panoramica approfondita sulla loro azienda ed i prodotti da loro offerti.

LEGGI ANCHE: T BRIDGE protagonista in ELVITEN, il progetto H2020 per la mobilità elettrica

Read more
SECUREWATER

SECUREWATER, BV TECH per la cybersecurity delle reti idriche

Il progetto SECUREWATER, presentato da BV TECH assieme al Consorzio NITEL e alla società israeliana IOSight, ha ottenuto un finanziamento da parte del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale nell’ambito delle attività di cooperazione industriale tra Italia ed Israele.

Il NITEL, Consorzio Nazionale Interuniversitario per i Trasporti e la Logistica, opera con la collaborazione di 18 atenei italiani nel settore dei trasporti e della logistica, e nei settori quali safety, security, telecomunicazioni, elettrotecnica, elettronica, informatica, meccanica, ambiente e territorio.

IOSight è una società israeliana che si occupa di soluzioni industriali specifiche per il monitoraggio della qualità, dei costi e della produttività nel settore idrico-industriale.

LEGGI ANCHE: 6ª Conferenza Nazionale sulla Cyber Warfare – “Black and White Cyber Maneuvers Expo”

SECUREWATER

Lo scopo di SECUREWATER

Il progetto, presentato da BV TECH, NITEL e IOSight, punta a migliorare la Cybersecurity dei sistemi di controllo industriale usati nel settore della distribuzione idrica, garantendo la sicurezza delle comunicazioni tra sistemi SCADA e sensori, e sviluppando una suite di tool capaci di rilevare diversi tipi di attacchi cyber sulla base di una metodologia di analisi innovativa a partire dai dati raccolti sul campo.

LEGGI ANCHE: BV TECH supporta il Corso di perfezionamento in “Intelligence e sicurezza nazionale”

Read more

Equita SIM investe sul Gruppo BV TECH

Equita SIM, Banca d’Affari indipendente attiva da più di 40 anni, annuncia il secondo investimento del suo fondo di Private Debt gestito in collaborazione con Lemanik Asset Management.

LEGGI ANCHE: Cybersecurity: Last Call. Il video del convegno

Il fondo ha interamente sottoscritto un’emissione obbligazionaria per complessivi 9,8 milioni di euro, emessa dalla società BV TECH S.p.A., holding operativa dell’omonimo gruppo italiano attivo nel settore dell’Information and Communication Technology.

LEGGI ANCHE: Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di T BRIDGE al CSEE’18 di Budapest

BV TECH

Il supporto di Equita SIM

Il prestito obbligazionario sottoscritto dal fondo è inteso a supportare BV TECH nel suo continuo percorso di crescita, fornendo i capitali a medio termine finalizzati sia a sostenere le spese di ricerca e sviluppo, essenziali per il mantenimento della leadership tecnologica in Italia e all’estero, che a consentirne la crescita per linee esterne, elemento che ha caratterizzato con successo la strategia del gruppo sin dalla sua fondazione.

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Qui il comunicato ufficiale sulla manovra del Private Debt Fund di Equita SIMed una panoramica approfondita riguardo i dettagli di questa manovra economica. E’ possibile inoltre visionare i servizi offerti dalla nostra società e le ragioni alla base di questa strategia ed i suoi effetti benefici.

Read more
MIT Cybersecurity

Workshop alla Sloan School of Management del MIT

BV TECH, Founding Partner al Consorzio (IC)3 – Interdisciplinary Consortium for Improving Critical Infrastructure Cybersecurity, del Massachusetts Institute of technology, partecipa al panel “Cybersecurity Information Sharing” – Challenges? What works and what doesn’t?

LEGGI ANCHE: Borse di studio per il Corso di Perfezionamento “Intelligence e Sicurezza Nazionale

Saremo al MIT

L’evento si tiene nell’ambito del workshop autunnale del Consorzio presso la Sloan School of Management del MIT il 28 settembre 2016.

La MIT Sloan School of Management è la business school del Massachusetts Institute of Technology, a Cambridge, in Massachusetts, negli Stati Uniti. Esso offre un’ampia varietà di Corsi di Laurea Triennale, Laurea magistrale e di dottorato. Non mancano inoltre corsi di formazione destinati ai lavoratori facente parte della cerchia dirigenziale aziendale.

I suoi Corsi di Laurea sono tra i più selettivi e competitivi al mondo, nonché alcuni dei più ambiti, dagli studenti di tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Qui di seguito avete la possibilità di consultare tutte le informazioni riguardo l’evento che si terrà presso la Sloan School of Management del MIT il 28 settembre 2016 e quelli passati.

LEGGI ANCHE: BV TECH al seminario di Confindustria su fibra ottica e reti 5 G

Read more
Cybersecurity BV TECH

La rilevanza strategica delle tecnologie di Cybersecurity Nazionali

Il Gruppo BV TECH partecipa al convegno “La Cybersecurity che verrà indetto a sostegno per la difesa degli assetti nazionali”, organizzato da AFCEA (Armed Forces Communications and Electronics Associations) – Capitolo di Roma.

LEGGI ANCHE: Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di T BRIDGE al CSEE’18 di Budapest

Le tecnologie di Cybersecurity Nazionali e la loro rilevanza spiegata dall’Ing. S. Caporusso

L’evento si terrà il prossimo 21 Settembre 2016 presso la Scuola Trasmissioni ed Informatica dell’Esercito Italiano di Roma, con un intervento dal titolo “La rilevanza strategica delle tecnologie di “Cybersecurity Nazionali”.

Per il gruppo BV TECH interverrà l’Ing. S. Caporusso, che illustrerà esempi e fenomeni legati agli atti di Cyber Crime e non solo. Fondamentali saranno le illustrazioni delle pratiche per garantire una maggiore sicurezza informati e quindi, di conseguenza, delle proprie informazioni.

Questo è un tema della massima importanza, poiché è necessario essere consapevoli di chi ha in mano e gestisce le nostre informazioni, facilmente violabili anche con una semplice installazione sul proprio dispositivo, aziendale o meno, tramite software.

LEGGI ANCHE: T BRIDGE protagonista in ELVITEN, il progetto H2020 per la mobilità elettrica

Qui di seguito è possibile consultare il comunicato ufficiale con tutte le info riguardo l’evento Capitolino.

Read more
BV TECH XIII Simposio Internazionale

BV TECH al XIII Simposio Internazionale: Promoting an inclusive growth: sharing economy, smart technologies and social innovation

Il Gruppo BV TECH partecipa con entusiasmo al Workshop “Promoting an inclusive growth: sharing economy, smart technologies and social innovation”, organizzato dall’Accademia Internazionale per lo Sviluppo Economico e Sociale nell’ambito del XIII Simposio Internazionale dei Docenti Universitari organizzato dal Vicariato di Roma in occasione del Giubileo della Misericordia presso l’Università LUMSA di Roma.

Tale iniziativa, è promossa dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica in concomitanza all’Ufficio per la Pastorale Universitaria del Vicariato di Roma e al Ministero Italiano per l’Università e la Ricerca.

LEGGI ANCHE: T BRIDGE protagonista in ELVITEN, il progetto H2020 per la mobilità elettrica

Interviene l’ing. Boccardo per BV TECH al XIII Simposio Internazionale

Nell’ambito della sessione “Toward a Global Common Good improving Environmental Security and Responsible Business”, l’8 Settembre 2016 è previsto un intervento sul tema da parte del Presidente di BV TECH, l’Ing. Raffaele Boccardo.

LEGGI ANCHE: Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di T BRIDGE al CSEE’18 di Budapest

Qui di seguito è possibile consultare la brochure ufficiale del XIII Simposio Internazionale, appartenente all’Università di Roma Tor Vergata (Uniroma2), contenente le informazioni riguardo la programmazione dell’evento, compresi gli ospiti, gli orari ed i temi, che saranno trattati di giorno in giorno.

LEGGI ANCHE: SECUREWATER, BV TECH per la cybersecurity delle reti idriche

Read more
Intelligence Defenx Cybersecurity

Cybersecurity, parla un esperto: l’Italia sviluppi tecnologie nazionali

Intervista a BV TECH sulla rivista online Cyber Affairs del 26 Luglio 2016: ”Cybersecurity, esperto: l’Italia sviluppi tecnologie nazionali”:

Oggi più che mai, essenziali per la sicurezza del Paese.

LEGGI ANCHE: Cybersecurity: Last Call. Il video del convegno

L’intervento di Caporusso sulla Cybersecurity

“L’Italia, al pari di altri Paesi, dovrebbe sviluppare tecnologie di cyber security nazionali, per salvaguardare in modo più adeguato la propria sicurezza. Non possiamo – rimarca Caporusso – utilizzare solo tecnologia realizzata all’estero. Per avere il controllo totale sui nostri dispositivi più delicati, come ad esempio quelli che controllano le infrastrutture critiche, e sul patrimonio informativo sia pubblico che privato, l’unica soluzione possibile è progettare, costruire e gestire in ambito nazionale i prodotti necessari. Non si tratta solo di salvaguardare un determinato livello di capacità tecnologica, cosa pur importantissima, ma soprattutto di preservare la nostra autonomia e la nostra sicurezza nazionale, visto che ne possediamo tutte le capacità” Queste le incisive parole di Sabino Caporusso, il nostro responsabile cyber security di Bv-Tech.”

“l’ambito cyber deve essere trattato alla stregua dei domini militari tradizionali, perché i danni che possono seguire a un attacco informatico sono reali a tutti gli effetti; e per essere protetti al meglio non si può far affidamento solo sugli alleati, che per quanto vicini potrebbero non avere obiettivi completamente coincidenti con quelli del nostro Paese”.

“Già oggi abbiamo un sistema di certificazione per la sicurezza delle tecnologie cyber, i Common Criteria, ma per essere completamente sicuri dovremmo spingerci fino al livello massimo, cioè l’analisi del codice sorgente. Nessun produttore commerciale lo consentirà mai e, anche se fosse possibile, richiederebbe sforzi di analisi da parte di personale altamente qualificato e costi spropositati, con il rischio che qualche backdoor possa comunque sfuggire, perché nascosta particolarmente bene. L’unica strada da seguire resta dunque quella di puntare sullo sviluppo di software e soluzioni di sicurezza nazionali”.

(fonte: Cyber Affairs e Askanews)

LEGGI ANCHE: BV TECH è l’azionista di riferimento di Defenx

Qui di seguito potete consultare la news ufficiale.

Read more
Cybersecurity Intelligence

Borse di studio per il Corso di Perfezionamento “Intelligence e Sicurezza Nazionale”

Il 13 Luglio 2016 BV TECH e l’Università di Firenze – Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali – hanno sottoscritto una Convenzione di Collaborazione Scientifica per lo sviluppo di attività di ricerca nell’ambito del settore della Cybersecurity, Intelligence, Sicurezza Nazionale, Difesa e Relazioni Internazionali. 

LEGGI ANCHE: ITASEC 2020, BV TECH presenta il progetto di Ricerca “Suite prodotti CyberSecurity e SOC”

Delle tematiche fondamentali per il futuro ed il presente della Sicurezza Nazionale

La convenzione prevede il finanziamento da parte di BV TECH di 2 borse di studio per il Corso di Perfezionamento “Intelligence e Sicurezza Nazionale”.

BV TECH è entusiasta di poter prendere parte a questa collaborazione e di poter rimarcare, ancora una volta, come questi settori siano fondamentali per la tutela e la sicurezza di ogni individuo che fa parte di questa società digitale.

Proprio la Ricerca stessa, da questo punto di vista, ha bisogno di essere sostenuta e stimolata nel perseguire le sue attività, non solo per innovare, ma per educare gli altri a fare uso dell’innovazione per tutelare la loro vita, professionale e personale.

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Qui di seguito uno dei comunicati ufficiali dell’Università di Firenze, dove viene citato il contributo di BV TECH per il finanziamento di questo progetto fondamentale per la Ricerca.

Read more
Cybersecurity Politecnico di Milano

BV TECH e Politecnico di Milano

Il 5 Luglio 2016 BV TECH e Politecnico di Milano hanno sottoscritto una Convenzione Quadro di Collaborazione Scientifica nell’ambito dei settori della sicurezza dei sistemi informatici e di comunicazione (Cybersecurity), dell’analisi delle vulnerabilità dei sistemi informatici relativamente ai meccanismi di prevenzione, difesa e attacco e dei sistemi di crittografia e criptoanalisi.

LEGGI ANCHE: BV TECH al XIII Simposio Internazionale: Promoting an inclusive growth: sharing economy, smart technologies and social innovation

Con il Politecnico di Milano per garantire una tutela informatica efficace

Il Politecnico di Milano, fondato nel 1865, è uno degli istituti Universitari Italiani più importanti, sia a livello nazionale che internazionale.

Proprio per questo BV TECH crede in questa convenzione come un importante conduttore per fagocitare in maniera significativa il tema della Cybersecurity. L’attuazione di strategia di difesa efficace contro gli attacchi nel mondo digitale è infatti fondamentale oggigiorno e spesso, molte di queste minacce nascondono la loro presenza sotto i nostri occhi.

Basti pensare che “Da un punto di vista storico, la criptoanalisi ha seguito l’evoluzione della tecnologia informatica e in particolare la complessità crescente dei metodi criptografici di volta in volta proposti”, proponendo sfide sempre più impegnative. 

LEGGI ANCHE: BV TECH supporta il Corso di perfezionamento in “Intelligence e sicurezza nazionale”

Read more
Cybersecurity

Cybersecurity, una nuova Partnership Pubblico-Privato

BV TECH contribuisce al corso di formazione “Introduzione alla CyberSecurity” organizzato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, che si terrà dal 4 all’8 Luglio 2016.

LEGGI ANCHE: BV TECH al XIII Simposio Internazionale: Promoting an inclusive growth: sharing economy, smart technologies and social innovation

Nell’ambito delle lezioni è previsto l’intervento del presidente di BV TECH, Ing. Raffaele Boccardo, con un intervento sul tema “Rilevanza della Partnership Pubblico-Privato nell’ambito della Cybersecurity”.

Cybersecurity

Sensibilizzare alla Cybersecurity

Il Corso di formazione su “Introduzione alla Cyber Security” mira a sensibilizzare i partecipanti al tema della sicurezza cibernetica, in particolare, alle rilevanti questioni di natura tecnica, organizzativa, giuridica, politica, etica e socioeconomica riguardanti la promozione della sicurezza del dominio cyber. Adottando un approccio interdisciplinare, volto cioè a trattare di cyber-security secondo diverse ma complementari prospettive, il corso si propone di elevare il grado di consapevolezza dei partecipanti rispetto alle emergenti sfide e opportunità scaturenti dall’uso dello spazio cibernetico.”

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Le macro-aree trattate all’interno del corso, articolato in 5 moduli, sono tante e trattano argomenti che spaziano dal Cloud Computing alle varie “cyber probkematiche”

Qui di seguito potete consultare il comunicato ufficiale della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, in cui è presente il programma del corso e le modalità di iscrizione ad esso.

Read more
Don't Hack the Future

Don’t hack the future: una sfida per la politica

BV TECH partecipa all’evento “Don’t hack the future: una sfida per la politica”, promosso dall’Intergruppo parlamentare per l’Innovazione.

L’iniziativa si svolge il 9 giugno 2016 presso la sala Aldo Moro della Camera dei Deputati, a Roma. Dopo i saluti istituzionali del vicepresidente della Camera, la professoressa Nazli Choucri del Massachusetts Institute of Technology terrà un keynote speech cui seguiranno gli interventi, fra gli altri, dei deputati Antonio Palmieri e Paolo Coppola, entrambi membri dell’Intergruppo parlamentare per l’Innovazione.

LEGGI ANCHE: ITASEC 2020, BV TECH presenta il progetto di Ricerca “Suite prodotti CyberSecurity e SOC”

Don't Hack the Future

Don’t Hack the Future

Il presidente di BV TECH, Ing. Raffaele Boccardo, interverrà nella tavola rotonda prevista nell’ambito dell’evento.

Il filo conduttore del dibattito sarà la sfida politica che riguarda il difficile bilanciamento tra innovazione e sicurezza, due elementi esposti alle vulnerabilità nate da una rivoluzione digitale pervasiva e irrinunciabile per la competitività del Paese.

Occorre infatti predisporre un’azione politica decisa e chiara, per rispondere ad un’esigenza che permetta la sicurezza complessiva che non limitari le innumerevoli potenzialità scaturite dall’innovazione tecnologica.

LEGGI ANCHE: Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di T BRIDGE al CSEE’18 di Budapest

Qui di seguito la news ufficiale con tutti i dettagli dell’iniziativa, temi trattati ed ospiti presenti.

(Fonti Cyber Affairs e Askanews)

Read more
Master

IV edizione del Master di II livello in Intelligence Economica

L’Università di Roma Tor Vergata, con la collaborazione del Gruppo BV TECH, per l’anno accademico 2015/2016 organizza la IV edizione del Master di II livello in Intelligence Economica. L’avvio ufficiale è previsto nel mese di Maggio 2016.

LEGGI ANCHE: ITASEC 2020, BV TECH presenta il progetto di Ricerca “Suite prodotti CyberSecurity e SOC”

Master

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Un master per valorizzare il tema della Cybersecurity

Nel programma delle lezioni sono previsti interventi su tematiche specifiche attinenti al tema della Cybersecurity ed alla sua importanza strategica da parte degli esperti di BV TECH.

Il Gruppo BV TECH ha già collaborato in precedenza con Tor Vergata alla realizzazione della precedente edizione del Master, la III, per l’anno accademico 2014/2015 e conscia dell’importanza di questa tematica, si è impegnata per rinnovare questa importante collaborazione volta a tutelare il digitale e delle informazioni al suo interno.

LEGGI ANCHE: 6ª Conferenza Nazionale sulla Cyber Warfare – “Black and White Cyber Maneuvers Expo”

Qui di seguito è presente il link al sito ufficiale dell’Ateneo dell’Università di Roma Tor Vergata con tutte le info e le disponibilità riguardanti il corso sviluppato in collaborazione con il gruppo BV TECH.

Read more
Rivoluzione digitale

Rivoluzione digitale e Cybersecurity

BV TECH collabora con la LUISS – School of Government di Roma al corso executive: “Rivoluzione digitale e cybersecurity”, rivolto ai Dirigenti della Pubblica Amministrazione, che si tiene a partire dal mese di Aprile 2016, con l’obiettivo di contribuire alla crescita della “cultura digitale” dei manager pubblici, in linea con le recenti direttive della Presidenza del Consiglio.

LEGGI ANCHE: BV TECH al XIII Simposio Internazionale: Promoting an inclusive growth: sharing economy, smart technologies and social innovation

Rivoluzione digitale

Una rivoluzione digitale nel segno della sicurezza

Nell’ambito del corso BV TECH interverrà sui temi della collaborazione tra PA e settore privato per la cybersecurity in Italia e delle aree di ricerca avanzate in ambito cybersecurity e privacy.

Ricordiamo infatti come questi due settori siano alcuni dei più attuali e delicati all’interno del mondo professionale, e della sfera privata, odierna. Difatti, la tutela delle nostre informazioni, e le strategie per permettere ciò, sono fondamentali per non permettere un uso improprio della nostra identità e dei dati connessi al nostro lavoro.

LEGGI ANCHE: Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di T BRIDGE al CSEE’18 di Budapest

Qui di seguito è presente il link al sito ufficiale dell’Università della LUISS – School of Government, dove è possible consultare tutte le info e le aree tematiche del Corso Executive.

Read more
Intelligence Defenx Cybersecurity

Stati Generali dell’intelligence Economica

Il 17 e 18 Marzo 2016 l’Università di Roma Tor Vergata, a valle della conclusione della III edizione del Master di II livello in Intelligence Economica realizzato con la collaborazione di  BV TECH, organizza gli “Stati Generali dell’intelligence Economica”, articolati su 2 giornate.

Il programma dell’evento

  • Il 17 Marzo, presso l’istituto Sturzo di Roma si tiene il convegno “INTERPRETI, IDEE, FABBISOGNI E PROSPETTIVE PER LA SICUREZZA ECONOMICA E IL RILANCIO COMPETITIVO DEL SISTEMA PAESE”, con un intervento del presidente di BV TECH, ing. Raffaele Boccardo.
  • Il 18 Marzo, presso l’Università di Roma Tor Vergata, si tiene la presentazione dei paper preparati in occasione dell’evento. BV TECH è presente nella sezione “Fabbisogni, minacce e opportunità per l’Intelligence Istituzionale” con il paper “Cyber Security e Interesse Economico Nazionale: i costi di una cultura della sicurezza cyber inadeguata” a cura del Prof. Umberto Gori e dell’Ing. Raffaele Boccardo e nella sezione “Fabbisogni, minacce e opportunità per l’Intelligence Aziendale” con il paper “Protezione delle Infrastrutture Critiche e Cyber Security: Il Partenariato Pubblico Privato come modello vincente” a cura dell’Ing. Sabino Caporusso e del Dott. Luigi Martino.
Intelligence

LEGGI ANCHE: BV TECH entra a far parte della RTD – Rete d’Imprese per la Trasformazione Digitale

Qui trovate tutte le info riguardanti la programmazione dell’evento.

Read more
Intelligence e interesse nazionale

Intelligence e interesse nazionale

Il Gruppo BV TECH ha contribuito alla recente pubblicazione “Intelligence e Interesse Nazionale”.


Il volume, curato da Umberto Gori e Luigi Martino, raccoglie gli Atti dei Panel intelligence, globalizzazione e interesse nazionale svoltisi nei convegni 2013 e 2014 della Società Italiana di Scienza Politica (SISP).

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Intelligence e interesse nazionale

È ormai opinione comune che solo la diffusione della cultura dell’intelligence può consentire di superare le vecchie diffidenze nei confronti dei servizi d’informazione, e che in un sistema democratico l’intelligence ha bisogno della collaborazione delle competenze della società civile e dell’ambiente accademico.

Un interesse nazionale, sempre più attuale

L’opera mette a confronto argomenti e punti di vista di addetti ai lavori, esponenti delle professioni e docenti universitari.

LEGGI ANCHE: Progetto RUMOBIL per la smart mobility: il contributo di T BRIDGE al CSEE’18 di Budapest

I temi trattati riguardano l’esame del quadro geopolitico internazionale, le minacce alle infrastrutture critiche, l’intelligence economica, lo spionaggio economico e finanziario, l’organizzazione dei servizi di sicurezza, la cyber intelligence, i social media, i pericoli della moneta virtuale e la crescente rilevanza dello spazio cibernetico.”acquisto clomid online

Qui di seguito è possibile trovare e consultare tutte le Informazioni riguardo la pubblicazione “Intelligence e Interesse Nazionale”:

Read more
Cybersecurity Intelligence

(IC)3 Workshop @ MIT Sloan School

BV TECH, in qualità di “Founding Partner Member”, partecipa al Workshop dell’(IC)3 – Interdisciplinary Consortium for Improving Critical Infrastructure Cybersecurity, presso il Massachussets Institute of Technology (MIT Sloan School of Management).


LEGGI ANCHE: BV TECH al XIII Simposio Internazionale: Promoting an inclusive growth: sharing economy, smart technologies and social innovation

MIT un (IC)3 per diventare consapevoli della propria sicurezza informatica

Questo è uno degli eventi più importanti e di maggior spessore per quanto concerne il tema dell’innovazone tecnologica, ed in particolare quella legata alla Cybersecurity.

D’altronde il settore della tutela informatica è di fondamentale importanza oggigiorno e c’è bisogno di istruire enti, aziende ed individui ad averne consapevolezza e cura.

Proprio in considerazione della risonanza dell’evento, la location dell’evento sarà la prestigiosa location presso la MIT Sloan School of Management. L’edificio ospita la business school del Massachusetts Institute of Technology degli Stati Unit. Questa offre alcuni dei Corsi di Laurea Triennale, Magistrale e di Dottorato, nonché Corsi di Formazione per dirigenti, tra i più selettivi al mondo.

LEGGI ANCHE: Borse di studio per il Corso di Perfezionamento “Intelligence e Sicurezza Nazionale”

Qui di seguito tutte le informazioni riguardo l’evento del Massachussets Institute of Technology (MIT Sloan School of Management), compresa la programmazione e gli ospiti presenti.

Read more
Cyber Warfare

6ª Conferenza Nazionale sulla Cyber Warfare – “Black and White Cyber Maneuvers Expo”

Milano, 3 Giugno 2015: BV TECH ha partecipato ai lavori della 6ª Conferenza Nazionale sulla Cyber Warfare, con l’intervento dal titolo “Cyberspionaggio e crittografia: la protezione delle comunicazioni nell’era informatica”, a cura dell’ Ing. Raffaele Boccardo (Presidente e CEO di BV TECH SpA) e dell’ Ing. Marco Pozzato (Direttore tecnico di Private Wave).

Cialis Generika Cialis kaufen rezeptfrei

LEGGI ANCHE: ITASEC 2020, BV TECH presenta il progetto di Ricerca “Suite prodotti CyberSecurity e SOC”

Cyber Warfare

La conferenza è stata promossa dal Centro di Studi Strategici, Internazionali e Imprenditoriali (CSSII) dell’Università di Firenze, dall’Istituto per gli Studi di Previsione e le Ricerche Internazionali (ISPRI) e dal Centro Studi Difesa e Sicurezza (CESTUDIS).

La Cyber Warfare Conference (CWC), già Information Warfare Conference (IWC), si pone l’obiettivo di accrescere la consapevolezza tra i decisori politici e aziendali italiani della crescente rilevanza strategica della cyber-warfare per la sicurezza nazionale.

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

L’evento ha visto la partecipazione e l’intervento di esponenti politici, personalità del mondo dell’università, della ricerca e del mondo industriale.

LEGGI ANCHE: ITASEC 2020, BV TECH presenta il progetto di Ricerca “Suite prodotti CyberSecurity e SOC”

Read more
Intelligence Defenx Cybersecurity

BV TECH S.p.A., collabora con la Scuola Superiore S.Anna di Pisa

BV TECH S.p.A. finanzia una posizione di Ph.D., presso la Scuola Superiore S.Anna di Pisa, per il triennio accademico 2015-2018 per dare un forte incentivo al settore della Cybersecurity.


LEGGI ANCHE: 6ª Conferenza Nazionale sulla Cyber Warfare – “Black and White Cyber Maneuvers Expo”

Scuola Superiore S.Anna di Pisa

Cybersecurity e minacce a livello internazionale, la Scuola Superiore S.Anna di Pisa da un forte incentivo

Questa sarà riservata a candidati che presentino un Progetto di Ricerca sul tema “National Security, Defense and Cyber Warfare: Critical Infrastructures Protection from Cyber Threats in Italy and Its wide Strategic and Political Implications in the International Arena“.

Al centro del progetto di Ricerca c’è quindi il tema della sicurezza dalle minacce digitali, come l’attuazione di strategie efficaci e l’importanza che queste hanno, nella salvaguardia degli interessi geo-politici e sociali tra un paese e l’altro, a livello internazionale.

La diffusione e l’utilizzo improprio per conto di terze parti appartenenti a paesi esteri è infatti un fenomeno oramai diffuso e che porta ad un’impressionante diramazione dei propri dati per scopi commerciali ed investigativi, illeciti, poiché non autorizzati e pregni di dati sensibili.

LEGGI ANCHE: BV TECH al XIII Simposio Internazionale: Promoting an inclusive growth: sharing economy, smart technologies and social innovation

BV TECH è quindi orgogliosa di questo progetto di Ricerca sostenuto in concomitanza con la prestigiosa Scuola.

Qui di seguito il link al comunicato ufficiale emanato dalla Scuola Superiore S.Anna di Pisa.

Read more
mobilità sostenibile

Evento Ele.C.TRA, per la mobilità sostenibile

T Bridge S.p.A., società del Gruppo BV TECH, partecipa al progetto europeo Ele.C.TRA di Innovative Mobility, iniziativa indetta per sostenere la diffusione dell’utilizzo degli scooter elettrici nel contesto urbano. 

rimedi allergie di primavera acquistare viagra laboratori di test di droga

LEGGI ANCHE: BV TECH entra a far parte della RTD – Rete d’Imprese per la Trasformazione Digitale

mobilità sostenibile

LEGGI ANCHE: TRIPS: Progettazione di Sistemi di Trasporto privi di Barriere alla Mobilità

Un incentivo eco a sostegno della mobilità sostenibile

Nelle giornate dal 13 al 15 Marzo 2015 si e’ tenuto al Porto Antico di Genova uno degli eventi del progetto che ha consentito di promuovere la mobilità sostenibile.

Il progetto Ele.C.TRA è molto ampio e Genova è soltanto una delle città coinvolte. Tra le altre troviamo infatti anche altri paesi tra cui: Grecia, Croazia, Portogallo, Repubblica di Malta, Spagna, Romania e Repubblica della Macedonia del Nord.

LEGGI ANCHE: Cyber Risk Self-Assessment- Autovalutazione del livello di Sicurezza informatica delle PMI

Qui di seguito è possibile accedere al sito ufficiale dell’iniziativa e visionare tutti i partner a sostegno del Progetto ecosostenibile , le città coinvolte e tutte le ultime informazioni al riguardo. Inoltre sarà possibile consultare il ruolo di tutti gli attori che hanno preso parte ad Ele.C.TRA.

Read more