di Redazione Start Magazine

Fonte:  “Cosa prevede il progetto Ue per servizi di mobilità nelle regioni rurali”, 15 Novembre 2020, Start Magazine https://www.startmag.it/smartcity/regiamobil-progetto-ue-per-servizi-di-mobilita-nelle-regioni-rurali/

Il progetto Regiamobil: un nuovo approccio per servizi innovativi di mobilità nelle regioni rurali

Le attuali sfide della mobilità riguardano il miglioramento dei servizi di trasporto in aree caratterizzate da una carente offerta di trasporto, cercando di far fronte ai problemi causati dall’impoverimento delle aree interne, poiché gran parte della popolazione è concentrata nelle aree urbane, e dalle inadeguate connessioni tra aree rurali e la rete europea TEN-T.

PER LE AREE IN CUI IL TRASPORTO È CARENTE

Si tratta di aree periferiche (rurali, remote, di confine), in cui le persone sono costrette a spostarsi tramite l’utilizzo del proprio mezzo privato poiché il sistema di trasporto pubblico è assente o non sufficientemente sviluppato.

COSA PREVEDE IL PROGETTO UE REGIAMOBIL

Il progetto europeo Regiamobil, iniziato da circa 6 mesi, ha l’obiettivo di migliorare la mobilità delle persone che vivono nelle aree rurali, tramite soluzioni intelligenti di trasporto, e aumentare l’accessibilità delle regioni periferiche alla rete di trasporto TEN-T nazionali ed europee.

LEGGI ANCHE: “REGIAMOBIL – Enhancing Mobility Services in Rural Regions”

RISORSE E PAESI PARTNER

Regiamobil è finanziato dal programma INTERREG CENTRAL EUROPE (Fondo per la cooperazione dell’Unione Europea), con un budget complessivo di 1.660.086 € e una durata complessiva di due anni. Sono coinvolti 10 partner di 7 paesi europei differenti: Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Slovacchia, Germania e Italia. Il progetto coinvolge i partner italiani aMo – Agenzia di Mobilità di Modena e T Bridge S.p.A. del Gruppo BV Tech – azienda di consulenza ICT e trasporti con sede principale a Genova.

Le attività del progetto promuovono un approccio innovativo “downstreaming”, capitalizzando e promuovendo i risultati derivanti da quattro progetti INTERREG Central Europe precedenti (RUMOBIL, SubNodes, Shareplace, Connect2CE), arricchiti dai risultati delle attività di ulteriori progetti HORIZON 2020 (MaaS4EU, MoTiV, SIADE) portati “in dote” dai partner coinvolti.

Continua a leggere su