Stephen M. Walt, “Nel mondo post-pandemia, il Grande Fratello ti osserva”, Foreign Policy, 16 maggio 2020

a cura di Marzio Di Feo

I governi di tutto il mondo hanno assunto un controllo senza precedenti sulla vita quotidiana dei loro cittadini in risposta al coronavirus. Sia le democrazie che le dittature hanno chiuso i confini, imposto quarantene, chiuso gran parte dell’economia e messo in atto una varietà di regimi di sperimentazione, rintracciamento e sorveglianza al fine di contenere l’infezione.

Quelli che hanno agito più rapidamente e hanno adottato misure più rigide hanno avuto successo. I leader che hanno negato, dissimulato e ritardato sono responsabili di migliaia di morti.

LEGGI ANCHE: Il mondo che verrà. Democrazia rappresentativa e cyberspazio

Post-pandemia, la nascita di un nuovo controllo

Man mano che i tassi di infezione diminuiscono e diventano disponibili trattamenti efficaci, molti paesi allenteranno gradualmente la maggior parte delle restrizioni attualmente in vigore. Alcuni dei leader che hanno assunto poteri di emergenza durante la crisi potrebbero abbandonarli. 

Ma preparati per la nuova normalità: l’opportunismo politico e la paura di una nuova pandemia porteranno molti governi a lasciare sul posto alcuni dei loro poteri appena acquisiti. Aspettatevi di avere la temperatura misurata o la gola tamponata quando viaggiate e abituatevi a osservare il telefono, scattare foto e localizzare la vostra posizione in molti paesi.

Continua a leggere su Medium.