Fonte: Marco Foti, “Mobilità delle merci, perché serve un modello innovativo. Il caso della Regione Lombardia” 6 Settembre 2020, Start Magazine, https://www.startmag.it/smartcity/mobilita-delle-merci-perche-serve-un-modello-innovativo-il-caso-della-regione-lombardia/

A cura di Paola Chiara Tolomeo

La mobilità delle merci movimentate con veicoli commerciali e pesanti è un fenomeno di forte interesse trasversale, la cui conoscenza è utile per la progettazione e programmazione degli interventi su infrastrutture e servizi di trasporto, la pianificazione territoriale, la competitività dei territori e delle imprese e il contenimento degli impatti ambientali.

Quello della Lombardia è diventato, in materia, un vero e proprio caso: con circa 300 milioni di tonnellate di merci trasportate nel 2016 (più del 30% del trasporto complessivo nazionale italiano), è la principale regione per origine/destinazione in Italia e una delle più importanti in Europa.

Non solo l’autotrasporto rappresenta la modalità principale di movimentazione delle merci con circa 280 milioni di tonnellate trasportate annualmente (più del 90% del totale) ma la stessa modalità su gomma assicura, inoltre, in modo pressoché esclusivo la movimentazione intraregionale delle merci arrivando a coprire circa l’86% delle tonnellate di merci trasportate sulle medie e lunghe distanze.

Date tali circostanze, risulta fondamentale la conoscenza dei flussi movimentati, delle loro caratteristiche (categorie di merci trasportate, tipologie di veicoli impiegati, carichi medi, ritorni a vuoto, etc.) e dei principali driver di sviluppo della logistica e del trasporto commerciale e delle merci per descrivere la situazione attuale, definire gli scenari evolutivi e, quindi, perfezionare le strategie regionali, fornendo agli stakeholder strumenti utili per lo sviluppo delle azioni di rispettiva competenza.

LEGGI ANCHE: Strategy Innovation Forum, come l’intelligenza artificiale cambierà il modo di fare impresa

T Bridge collabora con la regione Lombardia per la mobilità

La Regione Lombardia ha quindi deciso di affrontare, tra la fine del 2016 e la fine del 2018, un’importante attività finalizzata a costruire un database degli spostamenti dei veicoli commerciali e pesanti su strada di interesse del territorio regionale.

Il lavoro è stato svolto da T Bridge, con la collaborazione della Regione Lombardia, insieme a Marco Foti in qualità di responsabile del progetto.

Gli esiti dell’attività regionale sono stati presentati in diversi incontri pubblici e il database finale è pubblicato in Open Data al portale www.dati.lombardia.it.

Continua a leggere su Medium.